Palermo. Samonà chiede al Comune di intitolare il Palchetto della musica alla cantante Giuni Russo

“È noto come Giuni Russo, compianta cantautrice palermitana prematuramente scomparsa, dotata di un talento canoro cristallino ma spesso dimenticato, iniziò ad esibirsi giovanissima sul Palchetto della musica di Piazza Castelnuovo a Palermo”.

Comincia con queste parole la nota che l’assessore regionale dei Beni culturali e dell’Identità siciliana, Alberto Samonà, ha inviato al Comune di Palermo, nella persona degli assessori al Patrimonio e alle Culture, per chiedere l’intitolazione del Palchetto della Musica di piazza Castelnuovo a Giuni Russo, anche apponendo una targa in marmo nelle vicinanze del monumento, quale concreto gesto di riconoscimento al suo genio artistico.

La proposta, avanzata già da tempo dell’Associazione “GiuniRussoArte” e supportata da una petizione promossa da alcune testate giornalistiche e sottoscritta nei mesi scorsi da migliaia di persone, punta a recuperare la memoria storica di una bravissima cantautrice dalla voce unica, che proprio a Palermo è nata e ha mosso i primi passi da artista.

Legare il nome di Giuni Russo a questo luogo che si trova nel cuore di Palermo – sottolinea l’assessore Alberto Samonà – è un riconoscimento doveroso, che potrà contribuire a far conoscere il suo genio artistico alle future generazioni e rende onore alla memoria e al merito di questa grande siciliana”.
L’assessore Samonà, nella richiesta inviata al Comune, ha anche manifestato la disponibilità dell’Assessorato regionale dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana a collaborare fattivamente nel caso in cui la proposta fosse accolta.