Etna. Fontana di lava da tre bocche

A lava fountain emerges from the south-east crater of the Etna volcano reaching 500 meters high with emission of a high eruptive column 12 kilometers high, Catania, Italy, 04 March 2021. The Italian Institute of Geophysics and Volcanology of Catania indicates that it continues the effusive activity, which remains confined in the desert Valle del Bove, but with the casting that is well fed. The volcanic tremor, very high, has springs under the crater of South-East, where are also located infrasonic events that, by number and frequency, remain high. ANSA/ORIETTA SCARDINO

Accelera, rallenta e riparte ad alta velocità. E’ particolarmente ‘irrequieta’ l’Etna che, secondo gli esperti del settore, in questo momento è il vulcano maggiormente attivo al mondo.

L’attività, accompagnata da violenti boati, si concentra in tre ‘bocche’ che si sono formate nella parte occidentale del cratere di Sud-Est da dove fuoriesce anche una intensa colonna eruttiva che ha raggiunto i sette chilometri di altezza sul livello del mare disperdendosi in direzione sud-est. L’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia-Osservatorio etneo (Ingv-Oe) di Catania segnala anche la presenza di un trabocco di lava verso sud-ovest.
    L’ampiezza del tremore vulcanico è su valori alti e sembra avere toccato il ‘picco’. L’aeroporto di Catania, nonostante sia stato emesso un allerta aereo (Vona) rosso, è operativo.