Buona la prima: la Catania Etna ha il suo vincitore

Dopo 11 anni domenica 27 giugno si è tornato a correre sull’Etna
BUONA LA PRIMA: LA CATANIA ETNA HA IL SUO VINCITORE
Domenico Capuano sale sul podio e diventa il 46mo vincitore

Possiamo dire a gran voce “Finalmente è tornata!”. Dopo 11 anni di
assenza, domenica 27 giugno si è tornato a correre sull’Etna. 130 le
vetture che si sono sfidate a colpi di acceleratore per percorrere i 4,7
km del nuovo tracciato. Forti emozioni non solo tra gli addetti ai
lavori e i piloti, veri protagonisti di questa edizione, ma anche tra il
pubblico che, malgrado il limite sulla presenza, imposto dalle norme di
sicurezza anticovid, è riuscito a seguire numeroso l’evento in diretta
sui canali social. Anche l’Etna ha fatto sentire il suo entusiasmo e
domenica mattina intorno alle 11.00 si è accodata al rombo dei motori
per festeggiare questa 46ma edizione, risparmiando il tragitto della
gara, soffiando le ceneri in direzione contraria. Un grande risultato
portato a casa contro tutti i pronostici grazie a un lavoro di squadra
coordinato dal presidente della Street Racers Mike Cannizzaro, che non
si è dato per vinto nonostante le difficoltà incontrate. Prova ne è la
kermesse dei partecipanti, dove non sono mancati nomi storici legati
alla manifestazione e nuovi campioni che per la prima volta hanno
affrontato questo percorso. Minimo comune denominatore “l’importante è
che si ricominci”, l’amore per questa gara trasuda dai volti e dai
motori dei protagonisti di questa edizione.
«È stata una grande scommessa e possiamo dire che l’abbiamo vinta e lo
abbiamo fatto tutti insieme, lavorando braccio a braccio – racconta Mike
Cannizzaro – Stamattina si è avverato un sogno per tutti coloro che
speravano in questo ritorno. Un grande grazie va a tutto il comitato
organizzatore, al dott. Luciano Zuccarello, collante delle varie figure
del Comitato, alla Catania Corse, la Belpasso Corse, la Pro Loco di
Nicolosi, i comuni di Nicolosi e di Belpasso, il parco dell’Etna, la
città Metropolitana di Catania, nella figura del sindaco metropolita
Salvo Pogliese. Un ringraziamento speciale va all’Automobil Club di
Catania e ad Acisport Sicilia. E poi consentitemi di ringraziare Serena
Cicero, che ha coordinato tutti i lavori dietro le quinte. Cosa dire
dopo 11 anni la Catania Etna ha il suo vincitore. Ci vediamo l’anno
prossimo». Ad iscrivere il proprio nome sul prestigioso albo d’oro della
gara, fermo al 2009, è stato il 35enne catanese Domenico Capuano, al
volante della Radical Prosport Evo di proprietà di Giuseppe Cuzzola, che
sin dalla prima manche di prove è rimasto in vetta alla classifica
vincendo anche il Gruppo E2SC. Secondo posto per l’adranita Domenico
Polizzi e la sua biposto costruita dalla factory calabrese Elia con un
motore di soli mille centimetri cubici, terzo gradino per Orazio
Maccarrone che con la sua Gloria C8P ha anche vinto il Gruppo E2SS.

Nella gara riservata alle auto storiche, nel primo raggruppamento
vittoria di Gregorio Tosto, che ha avuto l’onore di essere la prima
vettura (Lancia Fulvia HF) al via della gara, nel secondo raggruppamento
dominio di Casimiro Piazza (Bmw 2002), nel terzo di Francesco Avitabile
(Bmw 320 i), nel quarto della splendida Renault 5 di “Aeron” e nel
quinto vittoria in solitaria di Camillo Centamore a cui è andata anche
la soddisfazione di aver siglato il miglior tempo di tutte le auto
storiche.
Insomma un ritorno in grande stile, accolto con entusiasmo da tutti.
Quella che era storia è diventata presente e siamo sicuri sarà anche
futuro! Buona la prima, la Catania Etna ha il suo vincitore!