Ospedale di Leonforte, Lantieri e Ginardi: “Assicurare i livelli assistenziali e di efficienza dei servizi sanitari”

“La pandemia ha evidenziato come i piccoli ospedali, quale il Presidio Ferro Capra Branciforte di Leonforte, vadano di gran lunga potenziati e non ulteriormente depauperati, per far fronte a delle situazioni che non devono essere solo di carattere emergenziale ma devono avere una continuità di servizio”.

Lo scrive in una nota Luisa Lantieri, parlamentare regionale e Commissario provinciale di Forza Italia a Enna. “Bisogna assolutamente garantire l’effettività dei Lea e dei Lep, i livelli essenziali di assistenza e i livelli essenziali delle prestazioni, che non possono rimanere soltanto delle prescrizioni e basta senza che siano applicate. A questo proposito – prosegue Lantieri – Forza Italia interesserà la commissione dell’Ars sulla verifica dei poteri e l’adozione delle normative regionali, per capire le motivazioni per cui il decreto assessoriale numero 22 del 11 gennaio del 2019 non è stato puntualmente è pienamente ottemperato”.

Gli fa eco il coordinatore provinciale di Forza Italia Giovani di Enna, Nino Ginardi, che denuncia la “incresciosa e paradossale situazione che, ormai da troppi anni, vede lentamente privato di uomini e mezzi l’ospedale F.B.C. di Leonforte. L’ultimo atto di smantellamento, da parte dei vertici dell’Asp di Enna, è stato il tentativo di sottrarre, dicono in maniera temporanea, l’unica ambulanza presente nel presidio ospedaliero, utilizzata per il trasferimento pazienti che ha rappresentato un affronto non più tollerabile. Occorre – conclude Ginardi –  far fronte comune contro un mostro che vuole imporre l’illogica desolazione sanitaria ad un comprensorio di oltre 40 mila anime”.