Favignana. Tari al minimo e ridotta per tutti, famiglie e attività commerciali

Tari 2021 ridotta di oltre il 75% per le utenze commerciali e agevolazioni per i nuclei familiari numerosi e con ridotte disponibilità economiche: queste le decisioni del Consiglio comunale adottate nella seduta del 30 giugno su proposta della Giunta.

Le utenze commerciali dovranno pagare solo una Tari mediamente ridotta di oltre il 75%. Per fare qualche esempio di variazione 2021/2020: alberghi con ristorante -74%, alberghi senza ristorante -78%, uffici agenzie -77%, studi professionali -89%, campeggi -89%, stabilimenti balneari -83%, pescherie -90%, negozi -75%, supermercati e generi alimentari -85%.

Per i nuclei familiari residenti nel Comune di Favignana – Isole Egadi, composti da 4 o più componenti e che abbiano un ISEE in corso di validità, pari o inferiore a 8.265 euro, è invece riconosciuta una agevolazione a seguito della presentazione di apposita istanza su modello messo a disposizione dall’Ufficio Tributi entro il 30 settembre 2021.
Le riduzioni si sono rese possibili grazie al fatto che sono stati destinati a copertura circa 300.000 euro dal contributo di sbarco e 340.000 da fondi nazionali e regionali.

Questo è l’aiuto concreto che il Consiglio comunale tutto, con una sola astensione, ha voluto deliberare a sostegno delle famiglie e in questo anno di crisi pandemica e sociale.

« L’applicazione della Tari al minimo con ulteriori riduzioni per le famiglie bisognose e per tutte le attività economiche e commerciali – ha dichiarato il sindaco Francesco Forgione –  è una scelta di ordine sociale voluta con forza dall’Amministrazione comunale per sostenere la ripresa dell’economia e la fuoriuscita dalla gravi condizioni economiche provocate dalla pandemia sulle famiglie del nostro arcipelago».