, Pogliese: “grazie al performer italian cup oltre 6000 pernottamenti in più a Catania”

“Chi mi conosce bene sa che amo fare più che parlare. In questi anni siamo riusciti a mettere su tutto questo e io non posso che esserne felice. Il metodo P.A.S.S. in soli 4 anni è in ben 36 paesi al mondo”. Lo ha detto Valentina Spampinato, direttrice artistica del “Performer Italian Cup”, in occasione della conferenza stampa che si è tenuta ieri sera all’anfiteatro delle Ciminiere di Catania, alla presenza dei giudici del campionato: Beppe Vessicchio, Fioretta Mari, Maura Paparo, Ivan Lazzara, Janine Molinari e Garrison Rochelle, nascosto, con grande sorpresa dei presenti, sotto la maschera di un passerotto, mascotte dell’evento. La conferenza è stata introdotta dalla parata degli atleti in gara che hanno intonato l’inno nazionale. A fine parata il moderatore dell’evento e intrattenitore del “Performer Italian Cup” Antonio delle Donne ha dato la parola al sindaco di Catania Salvo Pogliese: “Un evento di eccezionale valenza che determina anche una ricaduta economica della città significativa, 6143 pernottamenti, ma che sancisce anche la ripartenza post-covid e una valenza simbolica molto importante. Siamo felici anche di aver augurato il nuovo regolamento del turismo sportivo – di cui siamo molto orgogliosi – con questo evento che sono certo potrebbe essere l’apripista per altri eventi di valenza europea, che l’ottimo staff organizzativo potrebbe organizzare nella nostra città. Per Catania – ha concluso Pogliese – è motivo di grande orgoglio poter ospitare questo evento”. A intervenire anche Fioretta Mari che ha elogiato la direttrice artistica Valentina Spampinato, ricordando un aneddoto che la vede protagonista: “Ricordo quando anni fa mi si avvicinò una ragazzina e con una dolcezza unica mi disse “Voglio far diventare Catania la città più importante d’Italia”. Oggi posso dirvi che ci sta riuscendo!”. “Tutto questo non è grazie a me – ha concluso Valentina Spampinato, ideatrice del metodo P.A.S.S. – ma grazie ad una splendida squadra e ai miei soci. Io lo dico sempre: siamo una grande famiglia, uniti in amore!”. La conferenza stampa è stata anche l’occasione per presentare il comitato tecnico scientifico metodo P.A.S.S., gestito da FIPASS (Federazione Internazionale Performer Arti Scenico-sportive) composto da Peppe Vessicchio, Ivan Lazzara, Fabio Lazzara, Gianluca Gucciardo, Simone Marchetti, Emanuele Zanella e il primo volume del Metodo P.A.S.S.