Ddl Zan: Pagano (Lega), aumentano i contrari al provvedimento pro lobby Lgbt

“Stefano Fassina di Leu, parlamentare di grande livello intellettuale, è solo l’ultimo esempio, fra i tanti, che ha avvertito il bisogno di comunicare al mondo che ha cambiato idea rispetto al disegno di legge Zan.  Rispetto al momento iniziale, quando il tutto era pressoché tenuto nascosto, sono ormai di più, coloro che si sono schierati contro la proposta di legge sulla omofobia, rispetto a quelli che sono rimasti a favore. Radicali, comunisti italiani, costituzionalisti anche  progressisti, sociologi e intellettuali di sinistra, femministe e omosessuali non ideologizzati, sono ormai arciconvinti che non si debba per niente sostenere una legge che serve solo a promuovere una nuova visione antropologica, di cui traggono vantaggio solo le lobby economiche ed ideologiche del mondo LGBT”. 

Lo dichiara Alessandro Pagano, vice capogruppo della Lega alla Camera dei deputati.