Palermo, Zacco: sospensiva TAR sull’ordinanza del Sindaco sulla “movida selvaggia” è un ulteriore segnale di deriva politica-amministrativa

Zacco: la sospensiva da parte della Seconda Sezione del TAR Sicilia della scellerata ordinanza emanata dal Sindaco di Palermo come contrasto alla “movida selvaggia” è un ulteriore segnale della deriva politica-amministrativa che sta attraversando la nostra città.

Un’ amministrazione che malgrado la lunga e nefasta crisi che ha colpito il settore della ristorazione e della movida, continua ad emanare provvedimenti vessatori nei riguardi di un intero comparto. Ho contestato sin dalla sua pubblicazione l’ennesima infelice ordinanza emessa dal Sindaco, facendomi promotore in sinergia con alcuni  esercenti della presentazione del ricorso al TAR a questo ennesimo provvedimento oppressivo nei confronti di tutti i gestori dei locali che lavorano nel rispetto delle regole, provvedimento che tra l’altro ha prodotto solo il triste  effetto di far prolificare il fenomeno dell’abusivismo. 
Auspico che alla luce di questa ulteriore Waterloo politica-amministrativa, l’amministrazione comunale rettifichi tutte le sventurate scelte in materia di mobilità e attività produttive fino ad ora adottate. Lo dichiara il consigliere comunale e presidente della VI commissione Ottavio Zacco.