Infrastrutture, Falcone: “Ci sorprende presa di posizione della Cisl”

“Ci sorprende la presa di posizione della Cisl siciliana a proposito della programmazione degli investimenti infrastrutturali in Sicilia. Da quando ci siano insediati, infatti, abbiamo avviato una costruttiva e costante prassi di approfondito e paritario confronto con le parti sociali, articolando il dialogo attraverso tavoli tecnici, interlocuzioni continue e, spesso, decisioni ampiamente condivise. L’ultima delle riunioni di tale natura si è svolta lo scorso aprile a Catania, alla presenza dei massimi vertici provinciali di Cgil, Cisl, Uil e Ugl, conclusasi con il giudizio positivo dei sindacati e un nuovo impegno, da parte del Governo Musumeci, a recepire gli stimoli e le loro proposte. Sono, inoltre, in programma analoghe iniziative in Sicilia occidentale, per fare il punto sulle opere in cantiere e sulle prospettive infrastrutturali da cogliere per la nostra Isola. Condividiamo, dunque, la preoccupazione del segretario Cappuccio sulle scelte calate dall’alto: la nostra linea politica è proprio quella di non prenderne”.

L’assessore regionale alle Infrastrutture Marco Falcone replica così alla nota diffusa da Cisl Sicilia, dopo l’incontro a Roma fra il ministro delle Infrastrutture Enrico Giovannini e il presidente della Regione Nello Musumeci.