Palermo: accertata evasione iva per oltre 4.500.000 euro

A seguito di una complessa attività volta a verificare la corretta costituzione del plafond e il relativo utilizzo, i funzionari dell’Agenzia Dogane e Monopoli (ADM) di Palermo hanno accertato nei confronti di cinque società, tutte esercenti il commercio all’ingrosso di bevande, un’evasione di I.V.A per oltre 4.500.000 di euro.


Dall’analisi dei dati presenti nei sistemi in uso all’Agenzia e i riscontri eseguiti tramite gli accessi
nelle sedi delle società, è emerso che queste non avevano i requisiti di legge per poter essere
considerate esportatrici abituali e godere del beneficio dell’esenzione del pagamento dell’I.V.A.
(le società emettevano false dichiarazioni di intento che presentavano ai fornitori per ricevere le
merci senza dover assolvere l’IVA).


Gli autori degli illeciti sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria.