Referendum Giustizia,gazebo di Forza Italia a Catania e provincia

Falcone: “Mobilitiamoci per la riforma che vogliono gli italiani”

Al via sabato 24 luglio la mobilitazione dei gazebo azzurri di Forza Italia a Catania, Misterbianco e Giarre, per coinvolgere cittadini e militanti nella raccolta firme per i “Referendum per la Giustizia giusta”, appoggiata da partiti e comitati civici in tutta Italia. “Chiamiamo a raccolta il popolo di Forza Italia, del centrodestra e di chiunque abbia una sensibilità aperta e riformista – spiega il commissario provinciale FI Marco Falcone – su tre delle principali piazze del Catanese, a cui se ne aggiungeranno molte altre. Vogliamo spingere sui sei quesiti che, da sempre, rappresentano i capisaldi dell’idea di giustizia del popolo del centrodestra: garantismo, responsabilità e certezze per i cittadini. I referendum per la Giustizia giusta – sottolinea – rappresentano la leva più naturale e idonea per spingere la politica tutta e il legislatore a tenere conto della volontà degli italiani”.

“Riformare la giustizia – aggiungono il consigliere comunale etneo Giovanni Petralia e il vicecommissario FI al Comune di Catania Antonio Villardita, assieme ai dirigenti azzurri di Misterbianco e Giarre, Maurizio Scuderi, Cristian Drago, Francesco Leotta Pippo Donzello – significa compiere un svolta storica per l’Italia, non solo a difesa di libertà e certezza del diritto, ma anche per dare nuovo slancio all’economia e al lavoro in tutto il Paese”.

I gazebo di Forza Italia saranno aperti dalle ore 9.30 di sabato 24 luglio a Catania, in piazza Stesicoro, a Misterbianco in piazza Mercato e a Giarre, in piazza Arcoleo. Sarà possibile firmare in favore dei sei quesiti, depositati in Cassazione lo scorso giugno, su: Riforma del Csm; responsabilità diretta dei magistrati; equa valutazione dei magistrati; separazione delle carriere; limiti agli abusi della custodia cautelare; abolizione legge Severino. Nelle prossime settimane i banchetti di Forza Italia coinvolgeranno anche altre città della provincia, a partire da Acireale.