Molti tirocinanti rimarranno senza pagamenti questa estate

Sono Oreste Lauria portavoce dei tirocinanti dell’avviso 22 della regione Siciliana.


Dobbiamo assistere ancora oggi una situazione poco chiara e confusa, insomma per dirla tutta come e stato detto più volte definito, il pasticcio dell’avviso 22


Nella storia infinita dei pagamenti dei tirocinanti dell’Avviso 22, siamo giunti, senza ottenere risultati, al fatidico mese di Agosto, mese nel quale, come se non fossero già biblici i tempi della Regione Sicilia, i dipendenti regionali si apprestano ad affrontare le “meritate ferie”, ergo per cui, le migliaia di tirocinanti ancora in attesa di ricevere compensi per i tirocini già ampiamente terminati, dovranno armarsi di ulteriore pazienza ed attendere, nell’ipotesi più rosea, il mese di settembre per avere notizie su nuove liste di pagamento.
Dopo tanti innumerevoli reclami fatti all’assessorato al lavoro,Siamo scesi in piazza a Palermo per una manifestazione di protesta il 9 marzo scorso 2021, ricevuta una nostra delegazione in assessorato il dirigente generale Capo del dipartimento lavoro Gaetano Sciacca ci rassicurava che circa 500  pagamenti erano già idonei per i tirocinanti.il 22 aprile 2021 si sbloccano i primi pagamenti una lista di  518 decreti.Infatti l’ultima lista era  datata  il 17 dicembre 2020.
Però nell’arco di un anno cioè dell’aprile 2020 al marzo 2021 i pagamenti sono stati quasi sempre lenti cioè a singhiozzo.Dopo la famosa lista dei 518 mandati di pagamento del 22 aprile sono uscite altre liste di pagamento e drasticamente sono scesi di numero i mandati delle indennità spettante.
Da aprile 2020 ad oggi, sono stati versati soltanto circa più o meno 1.100 decreti di pagamenti con somme che coprono solo una parte del dovuto e, a fronte di 6000 tirocinanti, solo circa 300 sono stati internamente saldati per il lavoro svolto.Ad oggi nessun tirocinante e stato pagato regolarmente in  tempi certi.
Siamo a luglio 2021 e molti tirocinanti  attendono ancora,  addirittura molti  da più di un anno e mezzo per  ricevere il primo pagamento dall’Assessorato al lavoro, e moltissimi tirocinanti questa estate rimarranno senza ricevere le indennità spettante perché i tempi d’attesa sono lunghi per metterli al pagamento.moltissimi tirocinanti devono portare avanti la propria famiglia con tante difficoltà in un momento catastrofico dell”economia. 
Più volte, alle nostre giustificate richieste di spiegazioni, abbiamo  ricevuto risposte diverse in più occasioni , il primo servizio andato in onda su “Striscia la notizia” il 21 febbraio 2020 con prova televisiva L’assessore Antonio Scavone dichiarava che i ragazzi cioè (i tirocinanti) posso avere il pagamento entro un mese. il 16 settembre 2020 e stata fatta un’audizione in commissione lavoro, formazione e cultura all’assemblea regionale siciliana, viene fuori di un sistema particolarmente farraginoso e quindi ci sarebbe la lentezza sulle pratiche di rimborso.(il secondo servizio di striscia la notizia andato in onda il 7 novembre 2020 L’assessore al lavoro Antonio scavone  dichiarava che il 75% delle domande di rimborso risultavano incomplete di integrazione documentale), un’altra volta ancora in attesa del bilancio 2021 che doveva essere approvato, e  l’ultima volta ci dissero presso gli uffici preposti all’avviso 22 che ce carenza di personale per visionare e metterle a pagamento le indennità spettante dei tirocinanti.Insomma non si riesce a cavare un ragno dal buco ed a farne le spese sono sempre i tirocinanti che ad oggi non conoscono minimamente le tempistiche di sviluppo delle pratiche di pagamento che li riguardanoSiamo davvero stanchi ed esausti di questa situazione e pretendiamo di avere risposte concrete dalla Regione Siciliana.vogliamo quello che ci spetta di diritto e vogliamo politiche attive del lavoro concrete e di sviluppo.Rendete pubblica la notizia