Angela Vecchione ospite di Flaccovio Mondadori a Palermo, per presentare “La Piazza”

Per essendo un romanzo d’esordio, ha ricevuto una nomination al Premio Strega; e i lettori hanno adorato questo complesso intreccio di vite dal taglio molto cinematografico, ma non per questo meno alla realtà: lunedì 26 luglio alle 19 Angela Vecchione, autrice de “La Piazza”(Le Giraffe di Robin Edizioni), incontrerà il pubblico per lo spazio Flaccovio Mondadori al San Lorenzo Mercato. Modera Alessia La Rosa.

La scrittrice, irpina ma trasferita da tempo a Torino, ha pubblicato con la casa editrice indipendente questo ritratto di una Napoli pittoresca e venata di forti emozioni. La città diventa protagonista al fianco di Antonio, Giuliana, Domenico, Salvatore, Rosa, personaggi sbozzati ad arte con una mano felice che raramente si trova in un’esordiente. “Il mio è un romanzo mainstream, quindi non appartiene alla letteratura di genere – ha dichiarato Angela Vecchione -. Credo che sia un libro nel quale i giovani possano ritrovare le dinamiche dell’azione, come funziona l’intreccio narrativo, i personaggi e i loro incastri nelle vicende che coprono i passaggi da uno stadio all’altro”.

Angela Vecchione, esperta del teatro di Harold Pinter, docente di inglese e spagnolo a Torino, ha vissuto a Roma, San Francisco, Doha e Milano e da anni fa parte della redazione della rivista exlibris20. “La Piazza”, appunto, è il suo primo romanzo, che ha ricevuto la nomination al Premio Strega e è stato selezionato dal Salone del Libro di Torino nell’ambito di una rassegna su famiglia e partenogenesi..

Antonio ha un peso che lo opprime, ricordi che solo l’eroina può rendere sopportabili. Giuliana tiene nascosto dentro di sé un passato traumatico, da cui vorrebbe fuggire. Domenico, invece, il passato non lo vuole dimenticare, perché nessun altro debba subire la sua stessa ingiustizia. Salvatore dell’illegalità ha fatto un mestiere, legandosi alla camorra. Storie diverse, ma tutte legate a Rosa, una donna plasmata da legami familiari in cui crede ostinatamente, nonostante gli abusi subiti dagli uomini della sua vita. Tutti eccetto Domenico che, come i suoi figli, le ha dato solo amore. Proprio quando una verità tremenda riemerge, a Rosa tocca l’onere di difendere la sua famiglia dai criminali legati al marito e mettere in salvo il futuro dei suoi figli. A qualunque costo.