Sfratto Baretto di Mondello, Anello (Lega): “Attività storica da salvare, il Comune trovi una soluzione”

“Il Comune trovi una soluzione allo sfratto del Baretto di Mondello, un’attività storica alla quale sono legati i ricordi di migliaia e migliaia di palermitani di tutte le generazioni”.

Lo dice Alessandro Anello, consigliere comunale della Lega a Palazzo delle Aquile e vice presidente della commissione attività produttive.

“L’amministrazione guidata dal sindaco Orlando al di là dell’infinito contenzioso giudiziario sulla proprietà e sulla locazione del chiosco in piazza Valdesi, che ha contrapposto prima l’Italo-Belga ai titolari dell’attività e poi anche al Comune, ha il dovere di fare di tutto per evitare che un simbolo dell’estate palermitana venga cancellato a colpi di carte bollate. L’Avvocatura comunale non ha richiesto per tempo la sospensiva e oggi ci troviamo in questa situazione. Orlando abbia attenzione e rispetto per le tradizioni a cui sono affezionati i palermitani, come quel chiosco di gelati che da oltre sei decenni scandisce le vacanze al mare della città, e studi un’alternativa per mantenere aperta l’attività salvaguardando i posti di lavoro. Una soluzione potrebbe essere – conclude Anello – quella di spostare il chiosco sul marciapiede al centro della rotonda in attesa che si definisca la vicenda giudiziaria, fermo restando che la posizione migliore resta quella sul lungomare. Il Baretto dei palermitani non deve morire”.