Trapani,Unione Maestranze: prima riunione operativa

Prima riunione operativa Sabato mattina per il nuovo Consiglio
d’Amministrazione dell’Unione Maestranze di Trapani. Dopo l’elezione a
Presidente dello scorso 20 Luglio, l’architetto Giovanni D’Aleo ha definito e
cristallizzato la nuova squadra. Tornano le donne nel Cda dell’Unione: 
si tratta di Lidia Poma del Ceto degli Ortolani che ricoprirà la carica di Vice- 
Presidente e di Vania Bosco, rappresentante del Ceto dei Naviganti che ricoprirà la carica di
Tesoriere, mentre Rosario Scaturro, del Ceto dei Pescivendoli e 
Giuseppe Agrizzi della Madre Pietà del Popolo sono i nuovi Consiglieri e Segretario dell’
Associazione è stato riconfermato Antonio Galia.


Una macchina ben oliata che conta su profili umani e professionali di grande
spessore e che è pronta a partire per tagliare importanti traguardi, 
primo tra tutti, riportare la Processione dei Misteri per le vie della città.
“La Pandemia ha privato tutti noi della Processione più antica della 
nostra città – hanno esordito i componenti del nuovo Cda, a margine della prima riunione
operativa -. Un pezzo di storia che non possiamo abbandonare all’oblio 
ma a cui dobbiamo imprimere nuovi impulsi e nuovo slancio. E’ nostro dovere riportare i
Misteri tra la gente perché ognuno di noi riviva il proprio legame 
viscerale con la tradizione della Processione del Venerdì Santo. Dobbiamo ricreare le 
suggestioni e
le atmosfere di un tempo antico ma mai svanito e, al contempo,  proiettare il nostro
patrimonio di fede, cultura e tradizione, nel nuovo millennio attraverso gli
strumenti e le opportunità che la nuova era propone”.
“Lavoreremo senza sosta con tutti quanti vorranno partecipare alla 
rinascita dei Misteri di Trapani: Chiesa, Istituzioni, Enti, cittadini. Il nostro 
non è solo un progetto romantico ma un vademecum operativo che va oltre i sogni. A partire
dalla nuova vision sulla sicurezza che presto svilupperemo 
interpellando aziende leader nel settore a livello internazionale”.
“Alla stregua delle manifestazioni sorelle delle grandi città europee, 
i Misteri di Trapani, sono pronti a travalicare i confini regionali e nazionali e 
ad affermarsi nei contesti internazionali – ha concluso la nuova dirigenza -. E’ questa 
la nostra mission”.