Mazara: via libera del consiglio comunale all’assestamento di bilancio

Il consiglio comunale di Mazara del Vallo, riunitosi stamani in prosecuzione, ha approvato i tre punti inseriti nell’ordine del giorno.  Alla seduta hanno partecipato 12 consiglieri comunali.
Il primo punto “Variazione di assestamento generale e controllo della salvaguardia degli equilibri di bilancio” già illustrato nella seduta di ieri dall’assessore al Bilancio Giacomo Mauro è stato approvato con 11 voti favorevoli ed un’astensione.
 
La variazione e l’assestamento tecnici prevedono l’allocazione in bilancio di poste economiche in entrata ed in uscita sopravvenute dopo l’approvazione dello strumento finanziario, ed in particolare 54mila euro di contributi per infrastrutture sociali, circa un milione di euro provenienti dal Fondo nazionale per le politiche e i servizi destinati all’ampliamento del progetto Sprar (Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati costituito dalla rete degli enti locali per l’accoglienza integrata), 814mila euro di fondi assegnati al Comune dal decreto Sostegni bis ed utilizzati per la riduzione della Tari utenze non domestiche e circa un milione di euro utilizzati per la riduzione della Tari utenze domestiche.

Proprio al regolamento di riduzione della Tari dovuta alle utenze domestiche per l’anno 2021 è stato dedicato il secondo punto illustrato dal presidente della prima commissione consiliare Valentina Grillo. All’unanimità dei presenti sono state approvate alcune modifiche interpretative del regolamento approvato lo scorso 30 giugno ed in particolare la precisazione che gli unici criteri per accedere alla riduzione della Tari sono: essere un soggetto passivo Tari del Comune di Mazara del Vallo a prescindere dalla residenza nel comune o nell’immobile, i limiti Isee e non avere beneficiato di ristori alimentari per l’emergenza Covid.

Anche il punto relativo alle modifiche del regolamento per la disciplina e l’attuazione del requisito della regolarità tributaria locale è stato illustrato dal presidente della prima commissione consiliare ed approvato all’unanimità dei presenti. La modifica all’articolo 3 del regolamento mira a precisare che la verifica della situazione tributaria è effettuata solo relativamente alla posizione tributaria dell’attività di impresa e che riguarda le persone fisiche con la sola verifica dei tributi scaturenti dall’attività di impresa.

Terminata la votazione dei punti ed esaurito l’ordine del giorno il presidente del consiglio comunale Vito Gancitano ha chiuso la seduta.