Utilizzo acque reflue in agricoltura: a Marsala firmato l’accordo di collaborazione tra Comune, Regione e Consorzio Bonifica

Il sindaco Massimo Grillo: “Ridurre lo spreco d’acqua ed avviare il riciclo della risorsa depurata sono prioritari per il territorio. Oggi è una giornata storica per Marsala”

L’on. Antonio Scilla: “Oggi scriviamo una bella pagina amministrativa e politica a sostegno di questo territorio”

L’Accordo di Collaborazione sottoscritto oggi a Marsala tra il sindaco Massimo Grillo, l’assessore regionale all’Agricoltura Antonino Scilla e il dott. Antonio Garofalo, commissario straordinario del Consorzio di Bonifica di Trapani, riveste un’importanza strategica per questo territorio. Come è stato affermato dai Rappresentanti istituzionali intervenuti, “l’Accordo guarda davvero al futuro, allo sviluppo dell’agricoltura e all’acqua come elemento essenziale per il comparto agroalimentare su cui la Sicilia punta per ripartire”. Nel ringraziare l’on. Scilla per questa rinnovata vicinanza alla città di Marsala, il sindaco Massimo Grillo ha fatto il punto della situazione comunale sul fronte idrico. “È intollerabile riversare in mare circa 2 milioni di metri cubi all’anno di acqua proveniente dal depuratore di contrada San Silvestro: un enorme spreco d’acqua che con questo Accordo intendiamo porre fine. In tal senso – ha continuato il sindaco Grillo – ritengo che oggi sia un giornata storica per Marsala perchè siamo davanti ad un progetto concreto, sorretto da una sinergia istituzionale che vede compiti e ruoli ben definiti, il tutto nell’interesse della comunità amministrata. In più possiamo contare sull’esperienza del Consorzio di Bonifica di Trapani che ha nell’ing. Fabio Sardo, componente della mia Governance, un dirigente con spiccate competenze nel settore”. Pensiero condiviso dal commissario straordinario Garofalo che ha parlato dell’Accordo come di “una buona pratica, un progetto pilota da mettere a disposizione di altri Enti con peculiarità agricole come Marsala. Alleviare le sofferenze dei nostri agricoltori non è stato mai facile, con questo Accordo si avvia un nuovo corso sul fronte della risorsa idrica, fondamentale per tutte le Aziende che operano in agricoltura”. Sulla stessa linea Dario Cartabellotta (dirigente gen. Dipartimento Agricoltura) e Giovanni Tomasino (direttore gen. del Consorzio Bonifica Palermo), anch’essi presenti all’incontro assieme al presidente del Consiglio comunale Enzo Sturiano ed alcuni consiglieri. Prima della sottoscrizione dell’Accordo di Collaborazione, l’intervento dell’on. Scilla: “Oggi scriviamo una bella pagina amministrativa e politica a sostegno di questo territorio; un esempio di sinergia interistituzionale che getta serie basi di sviluppo per il comparto agricolo partendo dall’acqua, bene prezioso e che non va sprecato. Il buon lavoro fatto per la Diga Rubino, con oltre 6 milioni di investimento per questo territorio, può continuare con questo nuovo progetto ed altri ancora su cui, con il sindaco Grillo e il presidente Sturiano c’è ampia condivisione. E ciò, anche rispetto alla mia idea di realizzare a Marsala una Cittadella dell’Agricoltura, per fare confluire in un’unica sede i servizi utili al settore”.

L’Accordo di Collaborazione sottoscritto oggi mira a migliorare la rete di distribuzione delle acque irrigue, realizzando infrastrutture di vitale importanza per il settore agricolo e agroalimentare. A tal fine, si sono unite le competenze tecniche e professionali degli Enti coinvolti: il Comune di Marsala curerà gli adempimenti relativi al progetto per la “realizzazione di un sistema di condotte”; il Consorzio di Bonifica di Trapani, forte della dell’esperienza nel settore, collaborerà per l’eventuale gestione degli impianti irrigui; il Dipartimento Regionale Agricoltura farà da cabina di regia e di coordinamento del progetto.