Al teatro Antico di Segesta il Miles Gloriosus di Plauto

Al teatro Antico di Segestail Miles Gloriosus di Plauto, regia di Armando Pugliese, con Gianfelice Imparato e Andrea Tidona

mercoledì 11 agosto, ore 19.15 

(repliche il 12, 13 e 14 agosto, stesso orario)

********

L’11 agosto, ore 21.30, alla Collina dell’Antiquarium, secondo appuntamento per il ciclo Incontri con la Storia; giovedì 12, dalle ore 22.00, la musica di Gianni Gebbia Magnetic Trio

Giovedì 12 agosto, ore 22.00, alla Collina dell’Antiquarium, la musica di Gianni Gebbia Magnetic Trio

*****

Parco Archeologico Segesta

Calatafimi Segesta (Tp)

Prosegue il calendario della VII edizione del Festival Dionisiache, la rassegna teatrale di fama internazionale con la direzione artistica di Nicasio Anzelmo, promossa dal Parco Archeologico di Segesta, diretto da Rossella Giglio.

Mercoledì 11 agosto, ore 19.15, è di scena al Teatro Antico di Segesta il Miles Gloriosus di Plauto, nell’adattamento di Giuseppe Pasculli, per la regia di Armando Pugliese.

In scena Gianfelice Imparato (Palestrione) e Andrea Tidona (Pirgopolinice), insieme a Daniela Marazita (Acroteleuzia), Massimo Reale (Periplecomeno), Silvia Siravo (Filocomasia), Alessandra D’ambrosio (Milfidippa), Giacomo De Cataldo (Pleusicle), Alessandro Calamunci (Sceledro), Maria Luisa Fravili (Curiona/Lucrona).

Il titolo rivela l’origine dello spettacolo, ma al tempo stesso ne determina la distanza. Il testo originale è infatti il modello da ‘contaminare’, ovviamente con spirito plautino, ovvero con quel tanto di spregiudicatezza e di aggressività che consentono di innescare – su ciò che è già dato – ancora un’altra avventura espressiva, spettacolare e linguistica. 

La vicenda del ‘grande’ Pirgopolinice, il fanfarone per eccellenza, subisce una sterzata nel tempo. 

Sottratta al suo spazio d’origine, una piazza di Efeso, l’azione plautina viene violentemente proiettata nella desolazione di una dispersa strada statale. 

Una vecchia pompa di benzina ed un camion fuori uso, entrambi abbandonati ai margini di un suburbio metropolitano, sono i luoghi in cui un nucleo di umanità disgregata ed abbrutita è chiamata a rinnovare il rito del ‘rappresentarsi’. 

Alle interazioni tra servi, padroni e liberti della commedia plautina si sostituiscono quelle tra emarginati da ‘età delle lattine’ e delle ‘buste di plastica’; esistenze, in ogni caso, fortemente segnate nella loro vita di caratteri teatrali, ovvero reali sempre e soltanto in virtù del gioco effimero e crudele della rappresentazione. 

Profondamente diverso, perché segnato da contemporaneità, è dunque lo scenario della vicenda, come pure il linguaggio e la dinamica comportamentale dei personaggi. 

Ciò che, invece, è destinato a restare immutato, per la sua stessa forza teatrale, è il meccanismo complessivo del testo plautino, tutto giocato sul carattere che più degli altri sembra sfuggire al cambiamento sostanziale del tempo: il ‘Miles’, il ‘Vantone’. 

Il personaggio che è stato definito un ‘vasto scarabocchio’, ha tutta la sfrenata comicità di un’incredibile caricatura; ed è proprio questa dirompente vis comica che non può non tornare ad esplodere rinnovando la sua carica vitale, innescando i meccanismi del riso, coinvolgendo e travolgendo in autentica simbiosi attori e pubblico nel gioco della grande beffa organizzata alle spalle del ‘fu grande’ Pirgopolinice.

Lo spettacolo è una produzione Teatro della Città.

Per info e prenotazioni è possibile consultare il sito ufficiale del Festival www.dionisiache.it oppure chiamare al numero 3889590892 (attivo dalle 10 alle 14 e dalle 16 alle 20).

Mercoledì 11 agosto, alla Collina dell’Antiquarium, si svolgerà il secondo incontro del ciclo Incontri con la Storia, con l’appuntamento “Novità dalla ricerca scientifica e scavi archeologici”, a cura di Rossella Giglio, direttore del Parco Archeologico di Segesta.

Giovedì 12, invece, dopo la replica del Miles Gloriosus, dalle ore 22.00, appuntamento con la musica alla Collina dell’Antiquarium; ad esibirsi Gianni Gebbia Magnetic Trio, con Gianni Gebbia sax soprano, Gabrio Bevilacqua contrabbasso, Carmelo Graceffa batteria.

I colleghi giornalisti possono attingere a questo link www.dionisiache.it/cartella-stampa/ (aggiornato, dopo la prima replica di ogni spettacolo, entro le ore 9 dell’indomani mattina) per le video interviste, le immagini dello spettacolo e le foto di ciascun appuntamento in calendario; i materiali del media drive sono realizzati da Max Firreri, Salvino Martinciglio e Francesco Terramagra per Sisilab.