Palermo, I Magazzini Brancaccio trasferiti a patrimonio indisponibile e della Città Metropolitana

l’Unità Unità immobiliare sita a Palermo in Via Natale Carta 1-3 (Magazzini Brancaccio)già in comodato d’uso in favore del Liceo delle Scienze Umane e Linguistico “Danilo Dolci” di Palermo, è stata trasferita per le finalità istituzionali dall’Agenzia Nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata al patrimonio della Città Metropolitana di Palermo.

Il Sindaco Leoluca Orlando, aveva inoltrato al Direttore dell’Agenzia Nazionale, Prefetto Bruno Corda, la richiesta di assegnazione da parte della Città Metropolitana di Palermo, in quanto ente locale territoriale competente in materia di istituti di istruzione secondaria di II grado, manifestando l’interesse all’assegnazione del bene, per destinarlo a finalità istituzionali ed in particolare alle attività del Liceo delle Scienze Umane e Linguistico “Danilo Dolci” di Palermo.Il Sindaco Leoluca Orlando ha espresso “apprezzamento alla scelta della Agenzia Nazionale sottolineando ancora che Grazie all’impegno del Dirigente, dei docenti e degli studenti, dell’Istituto scolastico, nel periodo della durata del comodato, gli spazi rimasti inutilizzati per decenni erano stati trasformati in polo culturale del quartiere Brancaccio. Un progetto che rappresenta un simbolo vivo della rinascita delle periferie della Città di Palermo”.