Un Festival nazionale di poesia a San Mauro Castelverde

Un festival nazionale di poesia nel cuore delle Madonie. Il Comune di San Mauro Castelverde (Pa) in collaborazione con il periodico culturale l’EstroVerso dal 19 al 21 agosto 2021 indice il Festival e Premio Letterario “Paolo Prestigiacomo” per promuovere cultura, senso di appartenenza, partecipazione e per riportare all’attenzione di studiosi e appassionati di poesia l’opera dello scrittore Paolo Prestigiacomo (San Mauro Castelverde, 1947 – Roma, 1992).

Su iniziativa degli organizzatori del Festival e del Premio, Fabrizio Ferreri e Grazia Calanna, nei giorni precedenti la serata di premiazione si terranno diversi appuntamenti tra cui il Laboratorio Poesia Paolo Prestigiacomo a cura di Grazia Calanna e Rita Patanè e il convegno “Diamoci verso. Visioni, pratiche e ricognizioni della poesia in Sicilia”. In programma anche Letture poetiche e musica nel borgo animate da poeti di tutta Italia. Il Comitato Scientifico è composto da Andrea Accardi, Giuseppe Condorelli, Diego Conticello. Numerose le manifestazioni collaterali nell’ambito della manifestazione come escursioni e visite guidate del territorio.

Nell’Albo dei vincitori del premio: Patrizia Cavalli (1993), Franco Loi (1994), Franco Marcoaldi (1995), Valerio Magrelli e Aurelio Picca (1996), Iolanda Insana (1997), Maurizio Cucchi (2007), Tiziano Broggiato e Giuseppe Grattacaso (2019).
Quest’anno la giuria è composta da Gabriella Sica, Salvatore Silvano Nigro e Nino De Vita.

“Con il premio di poesia intitolato a Paolo Prestigiacomo, poeta di San Mauro Castelverde, discepolo e amico di Palazzeschi, scomparso prematuramente a Roma nel 1992 – dichiara il Sindaco, Giuseppe Minutilla – l’Amministrazione comunale intende ricordare un illustre concittadino dimostrando che anche nella Sicilia, a torto considerata minore, è possibile realizzare progetti di alto profilo”.

“Poesia e comunità: sono due parole chiave per noi – dichiara Fabrizio Ferreri -. Scuole e associazioni culturali del luogo sono state coinvolte già a partire dal mese di luglio con laboratori di poesia, a cura di Grazia Calanna, e altre iniziative culturali: il Festival, infatti, deve essere anche e soprattutto un Festival di comunità”.