Libri: a Santa Margherita Belìce le ‘radici’ di Elsa Morante

“Elsa Morante e le sue radici nel paese del Gattopardo” è il titolo di una serie di iniziative che il 20 agosto a Santa Margherita Belice culmineranno con l’Intitolazione della Biblioteca Comunale alla grande scrittrice del novecento. La manifestazione si svolgerà alle 17:30 con gli interventi, fra gli altri, del Sindaco Franco Valenti e di Francesco Morante (pronipote di Augusto, padre di Elsa).

Alle 20.30 nel III cortile del Palazzo Cutò-Filangeri si terrà un laboratorio sulle origini siciliane di Elsa Morante. Interventi delle partecipanti al gruppo di lavoro: Margherita Cacioppo, architetto; Gabriella Ebano, scrittrice fotografa; Marinella Fiume, scrittrice storica; Margherita Rimi, psichiatra poeta: Angela Scandaliato, scrittrice storica e Francesco Morante; coordina: la giornalista Margherita Ingoglia.

Elsa Morante è riconosciuta dalla critica internazionale come la più importante scrittrice del Novecento. Recenti approfondimenti di archivio storico-letterario hanno fatto emergere l’inconfutabile legame di Elsa Morante con la Sicilia, che ha dato i natali al padre, naturale Augusto, nato proprio a Santa Margherita di Belice (Ag), il 29 maggio del 1876. I dati scaturiti da accurate ricerche anagrafiche, negli archivi del comune di Santa Margherita di Belice e in quello parrocchiale, mettono in luce, il complesso albero genealogico. Un contributo efficace viene dato dalla lettura de – Il Soldato Siciliano – che fa parte di una raccolta dal titolo Lo scialle andaluso ed. Einaudi, dove Elsa Morante chiama il paese, del suo vero padre, con il vero nome di Santa Margherita.