Trapani. Controlli di ferragosto: sequestrata attrezzatura per la pesca di frodo

Il 14 ed il 15 agosto, nell’ ambito della giurisdizione Compagnia Carabinieri di Trapani, si sono svolti specifici servizi straordinari di controllo del territorio, finalizzati al controllo della movida nella festività del ferragosto, nonchè per la repressione dei reati contro il patrimonio e lo spaccio di sostanze stupefacenti.

All’esito dei servizi è stato tratto in arresto in esecuzione di un provvedimento emesso dal Tribunale di Trapani, A.A. trapanese classe 83 che disponeva la misura cautelare degli arresti domiciliari mediante l’attivazione del braccialetto elettronico in ordine al reato di evasione commesso lo scorso mese di luglio. Sono stati invece deferiti in stato di libertà: P.A. palermitano classe 85 poiché sorpreso a Favignana alla guida di un motociclo in evidente stato di alterazione psicofisica dovuta all’abuso di sostanze alcoliche, accertato con etilometro in dotazione. Ambito stesso contesto venivano segnalati alla locale Prefettura due trapanesi di 45 e 28 anni poiché a seguito di perquisizione veicolare in Erice “Rione San Giuliano” venivano trovati in possesso di una dose contenente gr. 0,20 di sostanza stupefacente del tipo crack.

Nel medesimo servizio, militari della Stazione di Favignana unitamente all’equipaggio del battello cc 405 ivi dislocato, procedevano al controllo di un natante con a bordo un favignaneseclasse 91, pescatore, constatando la presenza a bordo di attrezzatura da pesca da frodo (pesca tonno e pesce spada) elevando a suo carico sanzione amministrativa pari a 1000/3000 euro con sequestro dell’attrezzatura.

Sono stati altresì controllate circa 170 persone a bordo di oltre 80 veicoli ed elevate sanzioni al CDS per un importo di circa 1500 euro, 2 mezzi sequestrati, uno sottoposto a fermo amministrativo e 51 soggetti controllati, sottoposti a misure cautelari o alternative alla detenzione.