Emergenza cimiteri Palermo,Zacco: “ognuno abbia il coraggio di assumersi le proprie responsabilità”

Emergenza cimitero di Santa Maria dei Rotoli, ognuno abbia  il
coraggio di assumersi le proprie responsabilità.
Leggo da qualche giorno dichiarazioni deliranti e fuorvianti riguardo
l’emergenza cimiteri,  oramai divenuta un disastro sociale, umano, e
ambientale, che mi fanno rabbrividire.
Adesso qualcuno ha concepito la teoria complottistica attribuendo la
colpa dello stato di degrado del Cimitero dei Rotoli al consiglio
comunale in quanto lo stesso reo della bocciatura del piano triennale
delle OO.PP. del 2020 presentato e votato nel 2021.
È opportuno precisare che la realizzazione del nuovo forno crematorio,
che è uno dei tanti problemi  del Cimitero di Santa Maria dei Rotoli,
e non il solo come qualcuno vuole far credere, è stata votata dal
consiglio comunale nell’elenco annuale del 2018, per cui i lavori
dovevano essere avviati entro e non oltre il primo trimestre del 2019
e se ad oggi non è stata avviata nessuna opera di realizzazione, la
negligenza è solo da Attribuire ad una amministrazione talmente
inadeguata da non essere stata in grado neanche di pianificare il
trasferimento di centinaia di feretri presso il cimitero di
Sant’Orsola, nonostante le roboanti dichiarazioni rilasciate dal
Sindaco e dai componenti della Giunta a seguito della stipula della
convenzione.
Pertanto ho presentato un’interrogazione per conoscere le reali
motivazioni di tali inadempienze così da poter identificare i reali
responsabili che hanno causato questo disastro e che a tutt’oggi,
noncuranti del fallimento politico e umano in sfregio alle famiglie
dei defunti, continuano ad inseguire capri espiatori, nascondendosi
dalle loro responsabilità.
Credo a questo punto che sia necessario convocare un consiglio
comunale straordinario in presenza al cimitero, per accendere i
riflettori della stampa nazionale e chiedere al governo nazionale di
inviare un commissario con poteri straordinari per la realizzazione
del nuovo cimitero, e risolvere definitivamente questa sofferenza per
migliaia di famiglie.

Lo dichiara il consigliere comunale e presidente della VI commissione
Ottavio Zacco.