Monreale: in manette “topo d’appartamento”

I Carabinieri della Compagnia di Monreale hanno tratto in arresto per “tentato furto aggravato” un 41enne palermitano, già noto alle forze dell’ordine e già gravato da una misura cautelare.

I militari hanno colto in flagranza l’indagato che dopo aver scavalcato la recinzione di un’abitazione nel centro di Monreale, era intento a forzare una finestra facendo scattare l’allarme acustico, udito dai militari operanti, nel frattempo intervenuti a seguito di richiesta al 112 da parte di alcuni vicini.

Effettuata una ricognizione sui luoghi, nonché un’accurata perquisizione a casa dell’uomo, è stato possibile recuperare:

• 59 orologi;

• 9 borse;

• 7 portafogli in pelle;

• 32 profumi;

• 4 macchine fotografiche;

• bigiotteria varia.

Gli oggetti, tutti provento di precedenti furti dallo stesso perpetrati, per un valore complessivo stimato in circa 20.000 euro, sono stati sequestrati; l’arrestato, su disposizione della competente Autorità Giudiziaria, è stato condotto presso la propria abitazione, in regime di arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida e della celebrazione dibattimentale con rito “direttissimo”.