Grande accoglienza per Gaetano Savatteri a Favignana

Una serata all’insegna della cultura, con il sorriso sulle labbra, quella regalata al numeroso pubblico dell’ex Stabilimento Florio di Favignana venerdì sera da Gaetano Savatteri, protagonista del quarto incontro della rassegna letteraria “Pagine d’Estate – Autori in riva al mare”, organizzata dalla Libreria Galli Salve-Ubik Erice, di Maria Pia Salerno, con il patrocinio del Comune di Favignana-Isole Egadi e il sostegno dell’azienda Nino Castiglione srl.

Il giornalista e scrittore di Racalmuto, autore di “Quattro indagini a Màkari”, si è intrattenuto con i presenti sulle storie dell’irresistibile coppia di investigatori dilettanti siciliani, Saverio Lamanna e Peppe Piccionello, nati e cresciuti nei racconti gialli inclusi nelle antologie a tema e riproposti in questa raccolta in occasione del debutto in tv che li ha visti protagonisti su Rai1 della famosa serie con Claudio Gioè. Aneddoti, riflessioni, osservazioni, sulla Sicilia che ha bisogno di cambiare pelle ma che conserva sempre il fascino di una terra ricca di contraddizioni e di forti passioni. Ad aprire la serata è stato il sindaco Francesco Forgione, che ha portato i saluti istituzionali, e a chiuderla, Maria Pia Salerno, organizzatrice della rassegna, il cui ultimo appuntamento è in programma il 5 settembre, sempre con inizio alle ore 21.30, con Giancarlo De Cataldo che presenterà “Il suo freddo pianto” (Einaudi), il suo terzo romanzo noir – da settimane in cima alle classifiche di vendita – con protagonista il pubblico ministero Manrico Spinori della Rocca, di nobili origini, la cui ricchezza però è andata perduta negli anni a causa della forte e ingestibile ludopatia della madre con la quale è tornato a vivere dopo la separazione dalla moglie dalla quale ha avuto un figlio.