Federfarma: vaccini in farmaci, si parte in provincia di Palermo

Vaccini in farmacia, si parte. Prima  provincia in Sicilia, dalla prossima settimana sarà attivo il servizio 
nelle farmacie di Palermo e provincia autorizzate, il cui elenco sarà  pubblicato dall’Asp.


I cittadini che vorranno vaccinarsi potranno prenotare la dose di 
vaccino anti-Covid 19 della Pfizer-BioNTech presso la propria farmacia 
di fiducia aderente all’iniziativa. Nel frattempo, l’Asp riceverà le 
dosi di vaccino dall’industria, li scongelerà e sconfezionerà e 
applicherà su ogni fiala un codice di tracciamento che permetterà, 
attraverso l’inserimento nella piattaforma di Poste Italiane, il 
preciso abbinamento al soggetto ricevente.
In base agli appuntamenti fissati, gli operatori della distribuzione 
intermedia ritireranno le dosi presso la farmacia dell’Asp e le 
consegneranno alle farmacie. Qui i farmacisti – appositamente formati 
tramite due corsi dell’Istituto superiore di sanità – eseguiranno 
l’anamnesi del paziente e la conseguente inoculazione del vaccino, 
secondo i protocolli di sicurezza stabiliti dall’accordo nazionale, e 
infine inseriranno sulla piattaforma i dati dell’avvenuta 
immunizzazione rilasciando il green pass. I pazienti cosiddetti 
“fragili” o che presentano comorbidità saranno reinviati al medico di 
medicina generale.
Lo sblocco della vaccinazione in farmacia è stato reso possibile dopo 
una lunga  serie di riunioni sugli aspetti logistici e organizzativi – 
e grazie alla collaborazione del direttore del Dipartimento 
farmaceutico dell’Asp Palermo, Maurizio Pastorello – , riunioni alle 
quali hanno partecipato i rappresentanti di Federfarma Palermo, di 
Federfarma Servizi e di Ads.
“Palermo è la prima provincia della Sicilia a partire con la 
vaccinazione in farmacia – annuncia soddisfatto Roberto Tobia, 
segretario nazionale e presidente provinciale di Federfarma – . Le 
nostre farmacie potranno dare un significativo contributo 
all’implementazione della campagna vaccinale proprio adesso che, con 
l’aumento dei contagi e il possibile rischio imminente del ritorno in 
zona gialla (che speriamo possa essere scongiurato), occorre 
intensificare le vaccinazioni. E’ questo l’unico modo disponibile per 
evitare nuove restrizioni che danneggerebbero non solo la salute dei 
cittadini, ma anche l’economia della nostra provincia”.
“Grazie al ministro della Salute, Roberto Speranza – conclude Tobia – 
alla struttura commissariale del generale Francesco Paolo Figliuolo, 
alla Protezione civile, all’assessore regionale alla Salute, Ruggero 
Razza, e alla dirigente generale dell’Asp Palermo, Daniela Faraoni, 
viene riconosciuto e messo in pratica il fondamentale ruolo delle 
farmacie che, con la loro capillare distribuzione sul territorio, 
possono efficacemente aiutare il Servizio sanitario nazionale a 
raggiungere tutti i cittadini. Importanza già evidenziata nel progetto 
della Farmacia dei servizi e dimostrata nelle campagne di prevenzione 
delle principali patologie croniche e che ora, grazie alla 
lungimiranza, all’impegno e alla costanza delle nostre farmacie e dei 
nostri farmacisti, si estende anche alle campagne vaccinali”.