“A pidi nudi”,l’attesa raccolta di poesie della scrittrice siciliana Gabriella Vicari


 L’abbiamo conosciuta per il suo libro d’esordio nel mondo dell’editoria, “L’isola di Nenè e altre storie”, una raccolta di racconti che continua a incontrare favori di pubblico e critica.

Adesso tiroviamo Gabriella Vicari con la sua prima raccolta di poesie dal titolo “A piedi nudi” sempre edita da Swanbook Edizioni.
Per raccontare cosa il lettore potrà scoprire nei versi di Gabriella non abbiamo modo migliore di farlo attraverso le parole del Prof. Giuseppe Macauda, che ha scritto la prefezione del libro.
“Leggere la silloge A piedi nudi significa intraprendere un percorso accattivante lungo il quale l’autrice, attraverso l’uso sapiente delle parole, esplora l’origine dei propri sentimenti ed esterna con un raffinato lirismo il suo viscerale rapporto con la natura.
Due sembrano, infatti, le direttrici principali della produzione poetica di Gabriella Vicari: la ricerca introspettiva e la devozione verso la propria terra.
Le delicate pennellate impressioniste che caratterizzano La valle ricamata ci conducono in suggestivi luoghi ricchi di storia e tradizioni, che la poetessa frequenta spesso ed ama profondamente. Anche i versi rivolti ai toni sfumati dei paesaggi agresti agrigentini, nel susseguirsi delle stagioni, colpiscono molto per le ricercate scelte lessicali e le gradevoli sensazioni che suscitano.
Le poesie che cantano la natura inquadrano prospettive diverse, ma presentano sempre parole cariche di rispetto e ammirazione.”
 
Il libro è dispobibile nelle librerie indipendenti e se non lo trovate nell’immediato chiedete al vostro libraio di fiducia di procurarvelo.