Mostre: ‘Green pass’, gli scatti di Franco a Cinisi

Sarà una giornata all’insegna del “Green Pass” il 31 agosto a Cinisi. Alle 20 sarà inaugurata a Palazzo dei Benedettini la mostra inedita di fotografie realizzate dal giornalista palermitano Giovanni Franco intitolata, appunto, “Green Pass” a cura della Pro Loco Cinisi 2.Zero in collaborazione con l’amministrazione comunale.

Dalle 18 alle 22 l’edificio comunale diverrà centro vaccinale autorizzato dall’Asp e aperto a tutti coloro che vogliano immunizzarsi nei confronti del Covid-19.

La mostra “Green Pass” è un viaggio nel periodo dei ‘via libera controllati’ alla circolazione per chi è vaccinato o è stato sottoposto ai tamponi per verificare l’eventuale presenza del Covid 19. Volti e persone in strada e in luoghi chiusi che rispettano le regole per lasciarsi alle spalle la pandemia. Una sorta di liberi tutti, ma controllati per non ripetere gli errori del passato. “Ho fotografato persone di tutte le età – commenta Giovanni Franco – che responsabilmente guardavano al futuro con ottimismo e voglia di vivere senza più essere sottoposte al lockdown”. Con la fotografia il giornalista ha un rapporto di lunga passione, cominciato scattando con le reflex analogiche e sviluppando e stampando le foto, da solo in camera oscura, giocando con le sfumature del bianco e nero o con i colori delle diapositive..

“Abbiamo deciso di far coincidere l’apertura di questo centro vaccinale temporaneo con l’inaugurazione di una mostra che ci fa vedere i benefici del Green Pass e la rinascita dovuta all’immunizzazione dal virus, – spiega il sindaco di Cinisi, Giangiacomo Palazzolo – per lanciare un chiaro messaggio e invitare i nostri concittadini e tutti coloro che frequentano Cinisi, non ancora vaccinati, a farlo subito per il bene loro e dell’intero territorio. Dalla coscienza civica una comunità deve ripartire. E il successo del programma di eventi “Emozioni d’Estate 2021″, ormai quasi concluso, dimostra che Cinisi vuole e può attrarre visitatori che, al di là della movida e di un sano divertimento, cerchino anche occasioni di intrattenimento e approfondimento culturale”.