Doge Venice Carpet: proiezione del corto “Humanity’s Time Life” con musica dal vivo del musicista siciliano, BJM Mario Bajardi

Venerdì 3 settembre 2021 – Ore 21:00

Presentazione del DOGE VENICE CARPET evento della Fondazione Donà dalle Rose Proiezionedel corto HUMANITY’S TIME LIFE di Rosa Mundi con musica dal vivo del musicista siciliano, Maestro BJM Mario Bajardi.

Presentazione progetto “Una marea di libri” e  Distretto Artistico “Fondamenta dell’arte” Marina Sant’Elena Campo della Chiesa 1 – Venezia Arena all’aperto

Ingresso libero fino a esaurimento posti e previa presentazione del Green pass

Il secondo appuntamento per CINEMASANTELENA, l’iniziativa ubicata a Marina Sant’Elena che Venerdì 3 settembre vedrà svolgersi la presentazione ufficiale del “Doge Venice Carpet “, avrà come protagonista due forme d’arte con un vincolo forte alla Sicilia: Rosa Mundi con le sue opere d’arte e Mario Bajardi con le sue musiche.

Verranno realizzate una serie di attività curate e promosse dalla Fondazione Donà dalle Rose 2022 riferite al Bando BIAS – Biennale Internazionale Contemporanea di Arte, Architettura e Design (https://www.bias.institute/), realizzata già per tre edizioni anche in tutto il territorio siciliano, e alla collaborazione con il Canadian International Fashion Film Festival – CANIFFF (https://www.canifff.com/).

In tale ambito verrà proiettato il cortometraggio dell’artista Rosa Mundi Humanity’s Time Life accompagnato e interpretato dal musicista palermitano BJM Mario Bajardi sul palco (maggiori informazioni al sito dell’artista http://www.rosamundivisualart.com/). Tra gli appuntamenti previsti anche la presentazione del  Progetto “Una marea di libri” e del Distretto Artistico “Fondamenta dell’arte”, coordinatodalla Fondazione Donà dalle Rose in collaborazione con SkatePark Italy, John Raskin Foundation.

***

Fondazione Donà dalle Rose si impegna worldwide per la promozione e la salvaguardia dell’arte e dei principi autentici del mecenatismo e della divulgazione di modelli di tutela e di valorizzazione del patrimonio artistico, storico, archivistico, filosofico, musicale.

Nata dal connubio di due famiglie e degli avi delle stesse, Donà dalle Rose e Modica Scandelibeni (Scandelberg), von Turnlack, de Garzarolli (Garzaroloffen) che nell’unione dei coniugi Francesco e Chiara testimoniano il valore più autentico, la Fondazione è un’istituzione culturale che opera nel settore delle arti visive, musica, danza, cinema, letteratura, editoria, filosofia, architettura, diritto, politica, sport e che persegue finalità di promozione della cultura in Italia e all’estero divulgando gli antichi fondamenti e valori della cultura della filantropia e del mecenatismo.

La Fondazione prima ancora che del collezionismo di beni antichi e contemporanei, dell’anima filantropica e della sua eredità immateriale promuove, altresì, numerose attività, anche editoriali, di studio politico, giuridico, filosofico, ambientarle, architettonico, urbanistico ed archivistico con una particolare attenzione allo studio del buon governo del Sacro Romano Impero di Federico di Hohenstaufen II di Svevia alla Repubblica Serenissima di Venezia e delle loro matrici che dovrebbero ispirare i governi di tutti i tempi.

Si aggiungono, inoltre, attività legate alla formazione dei giovani in collaborazione con istituzioni universitarie, fondazioni pubbliche e private per visite nelle sedi della fondazione, workshop e attività formative, inclusa in particolar modo la promozione di BIAS – Biennale Internazionale di Arte Contemporanea Sacra delle religioni dell’umanità, di cui la stessa Chiara Modica Donà dalle Rose è Presidente con il sostegno di una comunità di artisti internazionali e il cui obiettivo è quello di rivendicare l’extraterritorialità dell’ARTE, affinché essa sia finalmente libera e liberata da pregiudizi e preconcetti.