Aci Trezza: celebrazioni in chiesa per la compatrona Madonna della Buona Nuova

Giornata di festa liturgica domani per il borgo marinaro di Aci Trezza che, come da tradizione della prima domenica di settembre, ricorda la compatrona Madonna della Buona Nuova.

E’ però un programma in tono minore, ma ugualmente carico di devozione e fede, quello stilato dal parroco don Carmelo Torrisi insieme alla Commissione dei festeggiamenti, considerato che a causa della continua emergenza da Covid-19 si è preferito non prevedere alcuna manifestazione o celebrazione esterna. Il clou, infatti, sarà soltanto legato alla messa solenne delle 10.30 presieduta in chiesa madre da Fra Massimo Corallo OFM, parroco di Santa Maria di Gesù di Catania, concelebrata dal parroco e dal suo vice don Orazio Sciacca, con la partecipazione della Commissione stessa e l’animazione a cura della corale parrocchiale “Te Deum laudaums” diretta da Marisa Hili. Ci sarà poi, intorno le 11.30, l’omaggio floreale della Commissione alla Madonna ausiliatrice ai piedi della scalinata del Faraglione grande, a causa della perdurante ordinanza regionale di interdizione alla fruizione dei luoghi che, peraltro, non consentirà anche quest’anno la realizzazione della suggestiva luminaria. In serata, a San Giovanni Battista ci saranno le messe alle 19 ed alle 20.30, mentre alle 19.30 una messa sarà celebrata nella chiesa parrocchiale di Santa Maria La Nova in via Scalazza. Intanto, nei giorni scorsi il programma è stato aperto dal giorno dedicato al martirio di San Giovanni Battista, il 29 agosto, con la partecipata venerazione del simulacro del patrono ed il pontificale presieduto dal segretario del Supremo tribunale della Segnatura apostolica monsignor Giuseppe Sciacca. Dall’1 al 4 settembre, invece, la preparazione alla festività mariana ed il triduo solenne sono stati presieduti da don Gianpaolo Bonanno, direttore dell’Oasi “Maria santissima assunta” di Aci Sant’Antonio. La conclusione del mese dedicato alla “Matri di Diu ‘a Nova”, come i trezzoti amabilmente la chiamano da sempre, è prevista per domenica 26 settembre con la messa delle 19 e la contestuale presentazione della Commissione festeggiamenti per l’anno 2022.