La Città di Trapani riceve il Premio alla Cultura al Festival NaxosLegge

Si è svolta a Giardini Naxos la cerimonia di premiazione dei “Promotori di Cultura” nell’ambito del prestigioso festival letterario NaxosLegge, giunto all’XI edizione, diretto da Fulvia Toscano. Il premio viene assegnato ogni anno a personalità e manifestazioni distintesi con progetti innovativi per lo sviluppo culturale e sociale del Paese e dei singoli territori.  Alla Città di Trapani è stato riconosciuto il lavoro svolto per la candidatura a Capitale Italiana della Cultura e la qualificazione come finalista, unica città siciliana a salire sul podio. Ha ritirato il premio l’assessore alla Cultura Rosalia d’Alì. “È un grande onore per me ricevere questo premio in rappresentanza dell’intera Città di Trapani. Sono felice che sia stato riconosciuto il grande impegno profuso che ha visto unito un intero territorio verso un obiettivo comune – dichiara l’assessore d’Alì -. È stato svolto un grande lavoro di squadra che ha coinvolto tanti soggetti in diversi ambiti ed è a tutti loro che dedichiamo questo premio. Ringrazio la direttrice artistica del Festival, Fulvia Toscano, per aver pensato a Trapani e per la capacità di mettere in rete le eccellenze culturali nazionali“. Tra i premiati 2021: il giornalista Felice Cavallaro per aver ideato in Sicilia “La strada degli scrittori” itinerario tra realtà e immaginario fra i luoghi del cuore degli stessi autori e dei loro personaggi letterari; Estate a Casa Berto (festival di letteratura e cinema a Capo Vaticano, in Calabria, ideato da Antonia, figlia dello scrittore Giuseppe Berto; Roberto Ferrari, (dal 2021 direttore del Museo Galileo – Istituto e Museo di Storia della Scienza di Firenze); Francesco Giubilei (fondatore di Historica, casa editrice indipendente); Libropolis, festival di letteratura e giornalismo focalizzato sui grandi temi dell’attualità (a Pietrasanta, Lucca); Franco Maria Ricci (presidente Fondazione Italiana Sommelier). È intervenuto, in rappresentanza del Ministero della  Cultura, Angelo Cappello, direttore del Cepell.