Marsala. Scrive Elio Piazza: ricordo di Salvatore Costanza

Caro Salvatore, sfidando il tempo che quasi tutto travolge vorrei continuare a parlare con Te come negli ultimi mesi della Tua vita. Infatti, le conversazioni telefoniche tra due vecchi amici, amici di sempre, si erano fatte più frequenti e prolungate. Ed erano occasione per ricordare tempi lontani e tristi quali gli anni di guerra trascorsi a Marsala, parlando di rifugi e di travagliata sopravvivenza. E poi degli studi all’Università di Palermo. Tu mi precedevi di qualche anno ma ci tenevamo sempre a contatto sui percorsi e sui traguardi da ciascuno di noi approdati in luoghi e lavori diversi. Ed era piacevole ascoltare la tua voce pacata e suadente rievocare le esperienze giornalistiche nella redazione del quotidiano “L’Ora” e gli studi sugli eventi politico-sociali dell’età post-unitaria della nostra Sicilia. Studi severi, frutto di ricerche archivistiche su campi inesplorati. E le figure degli insigni storici che ti hanno apprezzato e coinvolto nella metodologia sociologica della ricerca storica formavano una galleria che aveva in Franco Della Peruta il luminare con cui Ti sei ritrovato a contatto nel Centro Internazionale di Studi Risorgimentali Garibaldini di Marsala; Della Peruta primo Presidente del Centro Studi e Tu relatore assiduo e componente del Comitato scientifico fin dalla sua istituzione fino alla Tua scomparsa. Come non tributarTi onori e gratitudine per il prezioso dono delle molteplici pubblicazioni edite dal Comitato trapanese dell’Istituto per la Storia del Risorgimento di cui eri Presidente ed autore al Centro Studi Garibaldini di Marsala, un patrimonio librario da valorizzare in maniera intensiva e diffusa per la conoscenza storica e sociale del nostro territorio. Spesso affiorava il legittimo autocompiacimento dei giudizi espressi sui Tuoi lavori, dei numerosi riconoscimenti e premi in ambito nazionale ed internazionale e non mancavi di ricordare il tuo soggiorno di studio all’Università di Heidelberg per seguirne i seminari di Sociologia ai quali partecipava anche Leonardo Sciascia. Hai sempre donato il Tuo sapere e le Tue competenze in occasione di congressi, tavole rotonde e nelle redazioni de La Risacca trapanese e dei Dialoghi mediterranei mazaresi. Ed è della scorsa estate la pubblicazione de L’Italia rovesciata- Nunzio Nasi. Una biografia politica, con la quale si è concluso il tuo lunghissimo ed appassionato lavoro di studioso riepilogato nell’agile testo La Sicilia nella mia vita. Voglio anche dirti che nella Tua prosa ho percepito la linearità della struttura eticamente integra della personalità, espressioni di autentico sentire poetico ed aneliti ad una fratellanza universale.

Elio Piazza,Vice presidente del Centro Studi Garibaldini di Marsala