Rifiuti, riparte confronto Regione-sindacati. “Subito tavolo tecnico per evitare emergenza”

“In un momento condizionato da una nuova fase di emergenza che ha coinvolto diversi territori della Sicilia orientale, con decine di autocompattatori incolonnati per conferire presso l’ormai satura discarica di Lentini della Sicula Trasporti e con il rischio di emergenza sanitaria nei comuni, la ripresa del confronto con la Regione siciliana è più che mai indispensabile, occorre voltare pagina, è il tempo di scelte chiare e risolutive”. Così i segretari generali di Fp Cgil e Fit Cisl Gaetano Agliozzo e Dionisio Giordano e il segretario regionale Uiltrasporti Pietro Caleca dopo l’incontro con la Regione sul tema dell’emergenza rifiuti, che aggiungono, “esprimiamo apprezzamento per la tempestività con la quale si è svolto l’incontro che avevamo chiesto all’assessore regionale all’Energia e Rifiuti Daniela Baglieri e il direttore regionale Calogero Foti a neanche 24 ore dalla nostra sollecitazione, certamente segno di attenzione verso le istanze del mondo del lavoro”. E proseguono i tre segretari: “abbiamo ribadito l’esigenza di avviare un tavolo tecnico operativo per condividere soluzioni funzionali ai cittadini e ai lavoratori: dal potenziamento dell’impiantistica pubblica e privata, al raggiungimento degli obiettivi comunitari sui temi della raccolta differenziata, del riutilizzo e del riciclo. Non vi è dubbio che il tema della governance sulla realizzazione degli impianti e l’esigenza di predisporre bandi e capitolati tipo per gli affidamenti degli appalti, sono il cuore della questione rifiuti siciliana”. I sindacati aggiungono, “occorre fare chiarezza su chi è deputato a costruire gli impianti funzionali a una corretta gestione dei rifiuti nelle singole SRR, come occorre aprire una lente di ingrandimento sui servizi di gestione dei rifiuti che, a parere nostro, potranno risultare efficaci ed efficienti se i contenuti degli atti di gara per gli affidamenti diventano un richiamo per veri stakeholders, servono imprenditori e non prenditori”. Fp Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti concludono “Infine, abbiamo consegnato la bozza di un nuovo Accordo Quadro Regionale sui temi del personale, a partire dal diritto di assunzione di quei lavoratori che, seppur in possesso dei requisiti della Legge 9/2010, sono ancora privi di occupazione”. Sindacati e Regione hanno stabilito che  una nuova  immediata convocazione segnerà l’avvio operativo del tavolo tecnico, “l’auspicio è che non serva una nuova emergenza per riprendere il confronto”.