Due professioniste, una ricerca e una favola contro la disparità di genere nell’industria musicale

Le iniziative nascono nell’ambito delle attività dell’Accademia dei Creative Media SAE Institute Italia e sono coordinate dalla prof.ssa Micalizzi, di Catania con la collaborazione di Eveline Bentivegna di Gela.

Ad ispirare la nuova favola delle edizioni Homeless Book ‘Viola fa la musica’ è stata una recente ricerca sulle ragioni della scarsa presenza femminile nell’industria musicale dal titolo “Women in music. Analisi socio-culturale del gender gap nell’industria musicale”.
Lo studio di tipo qualitativo, promosso dalla Accademia dei Creative Media SAE Institute di Milano e coordinato dalla docente Alessandra Micalizzi, di Catania, ha messo in luce, tra l’altro, che il gap di genere in questo settore dipende anche dalla mancanza di modelli culturali di riferimento. Spiega Alessandra Micalizzi: “
“Le famiglie devono educare le bambine a credere nella possibilità di poter percorrere qualsiasi strada, anche la più ambiziosa, con impegno e dedizione. I risultati sono sempre frutto di sacrifici e impegno: non possono e non devono esistere preclusioni di genere, soprattutto negli ambiti culturali. Perché cultura è potere. In tutte le sue accezioni: come possibilità e come controllo sulle decisioni che contano. Per vincere certi retaggi, sia le donne sia gli uomini intervistati hanno espresso l’esigenza di una costruzione e condivisione di modelli culturali positivi di donne impegnate nel mondo musicale. ‘Viola fa la musica’ risponde a queste istanze. La favola non ha l’ambizione di cambiare il mondo, vuole però piantare un seme sperando che germogli”.
La prof.ssa Micalizzi, psicologa, PhD in comunicazione e nuove tecnologie e in SAE Module Leader per il corso Information Communication and Professional Practice del Bachelor of Arts in Music Business, oltre che ideatrice del progetto del libro, firma i testi della fiaba mentre le illustrazioni sono di Eveline Bentivegna, di Gela, e la prefazione di Laura Gramuglia, speaker radiofonica per Radio Capital.
La storia: Viola ha la fortuna di avere una nonna che la guiderà alla scoperta dei suoi sogni, presentandole quelli realizzati da tante donne nel passato. Come una staffetta che ogni giovane può e deve se lo vuole, portare avanti con fiducia.
Conclude la prof.ssa Micalizzi: “Il fenomeno del gender gap femminile nell’industria musicale è internazionale ma certamente le origini mie e di Eveline in una regione come la Sicilia dove certi tabù sussistono più marcatamente, ha avuto un peso e la puntina di pistacchio sul gelato di Viola è la traccia di questa nostra radice che non si disperde ma resta salda a ricordarci che non bisogna arrendersi mai”.

‘Viola può fare la musica’, ed. Homeless Books, € 15 Prevendita: https://www.homelessbook.it/catalogo/viola-puo-fare-la-musica!/3594