Palermo: “Stupor Mundi: omaggio alla cultura siciliana”

“Stupor Mundi: omaggio alla cultura siciliana” : è il titolo dell’evento che si terrà a Palermo nei giorni 29 e 30 settembre, dalle 17:30 alle 19:30, nella ex Chiesa di San Mattia ai Crociferi in via Torremuzza 28.


L’iniziativa si inserisce nell’ambito della Settimana delle Culture giunta alla decima edizione: iniziata lo scorso 25 settembre, si concluderà il prossimo 3 ottobre.
Centoventi eventi in tutto, tra arte, spettacolo e musica, con un occhio particolarmente attento alle dinamiche contemporanee: la manifestazione del 2021 è infatti dedicata al dramma delle donne afghane e al loro coraggio.
Ideatrice della due giorni di mercoledì e giovedì 29 e 30 settembre è l’architetto e restauratrice Rosa Anna Argento, palermitana.
É lei l’autrice dell’ opera “Stupor Mundi”, che ha conseguito il primo Premio Internazionale Ex Aequo per la pittura nell’ambito della seconda edizione del “Giglio Blu” di Firenze, nel 2019.
L’incipit e il fulcro dell’evento è dunque, il dipinto dell’artista che tutti potranno ammirare: un grande arazzo di rara bellezza che esprime la visione socratica dell’arte attraverso la poetica del frammento.
“Ne ho curato la direzione artistica – spiega – e ora presento l’opera alla mia città: un dono che spero possa piacere”.
“Si tratta – spiega l’autrice – di un tassello che sottolinea la storia della Sicilia, grazie alla testimonianza di Dante Alighieri, il sommo poeta fiorentino che ha riconosciuto alla lingua siciliana la caratteristica di lingua nobile e illustre”.
Grazie al “De Vulgari Eloquentia”, certamente, ma anche a re Federico II: alla sua corte si sviluppò infatti la poesia lirica d’amore.
“L’arazzo – precisa – è dipinto sul rovescio per mostrare la magnifica trama che, in tal modo, entra a fare parte della struttura dell’opera”.
Opera che è stata esposta presso la Galleria Civica di Enna, durante il gemellaggio con la Settimana delle Culture di Palermo: grande successo e apprezzamento.
L’iniziativa vedrà la presenza dell’assessore alle Culture Mario Zito.
“Lo ringrazio – aggiunge l’architetto – per avermi offerto l’opportunità di un evento in un luogo incantato e magico, e ringrazio la Settimana delle Culture per il supporto”.

“Vorrei che la passione e l’amore che mi ispirano – conclude –  contagiassero  anche il pubblico perchè parliamo della nostra lingua siciliana, la lingua dei nostri padri, che porta con sé la linfa di chi ha vissuto questa terra, da qualunque parte del mondo venisse e portandosene qualcosa, ovunque andasse”.
A presentare l’evento, la giornalista Marianna La Barbera.
Ricchissimo e di prestigio il parterre degli ospiti : il 29, Sara Cappello, Claudio Paterna, Carlo Ruta e Domenico Ortolano.
Il giorno successivo, Francesca Picciurro, Caterina Tarantino, Stefania Matta, le musiche di Emanuele Buonocunto ,Piero Carbone, Antonio Zarcone e Nicola Argento.