3° Giro Motociclistico di Sicilia: ai nastri di partenza

Riparte il Giro Motociclistico di Sicilia, nona tappa di ASI Circuito tricolore con i suoi 13 Club siciliani federati.


Il 3° Giro Motociclistico di Sicilia, si svolgerà in totale sicurezza sanitaria grazie alla partnership con l’ente di promozione sportiva Libertas Sicilia, l’Associazione Medico Sportiva di Palermo e il supporto della Protezione Civile.
Il 30 settembre prossimo, una attività di screening potrà essere svolta prima della partenza del Giro Moto, con consegna dei tamponi a carico delle Asp.
Lunedì 27 settembre, presso la sala delle Carrozze di Villa Niscemi, è stata
presentata la III rievocazione storica del Giro Motociclistico di Sicilia, riservato a
motoveicoli dagli anni 30 alle ventennali, che partirà il 30 settembre ore 10.30 da Piazza
Verdi – Teatro Massimo , Palermo e coprirà ben 480km in 4 tappe percorrendo la Sicilia
occidentale in senso orario.
Il Giro Motociclistico di Sicilia continua a porsi obiettivi e rilanciare
scommesse: oltre ad essere l’unica manifestazione turistico culturale con un
Comitato d’Onore che ha visto l’aumento dei club aderenti attivamente, ad oggi ne
sono coinvolti ben 13 dislocati in tutte le province della Sicilia, è anche stata inserito
nel prestigioso A.S.I. Circuito Tricolore 2021 come nona tappa.
Inoltre, per la prima volta, a partire dalla edizione corrente, in concomitanza
al 3° Giro Motociclistico, verrà applicato un protocollo ecosostenibile elaborato dal
Comitato d’Onore, e ideato grazie al progetto ecosostenibile e solidale denominato
“Rimettiamoci in moto”, che abbraccia l’ Agenda 2030.
Il Giro Motociclistico di Sicilia edizione 2021 consta di 85 motoveicoli dagli
anni 30 alle ventennali, vede equipaggi provenire da tutta Europa (Austria,
Svizzera, Malta, Germania) e da tutte le regioni di Italia, con solo il 20% di iscritti
siciliani.
Ad aprire la conferenza Ing. Antonio Verzera, Vice Presidente Nazionale dell’A.S.I.,
che ha confermato la presenza del Presidente Alberto alla cerimonia del taglio del nastro
di partenza.
Verzera ha ricordato come la Federazione nazionale annovera ad oggi oltre
150000 tesserati, sottolineato il continuo e proficuo dialogo tra ASI ed enti, associazioni e
istituzioni, nazionali e locali, e presentato A.S.I. Circuito Tricolore, tra i cui eventi è

annoverato il terzo Giro Motociclistico di Sicilia Nel corso della conferenza stampa, è intervenuta “ASI Circuito Tricolore” è una serie di manifestazioni che finalizza i più recenti protocolli d’intesa che l’Automotoclub Storico Italiano ha siglato con importanti istituzioni nazionali, come la Cabina di regia Benessere Italia della Presidenza del Consiglio dei Ministri, i Ministeri del Turismo e della Cultura (che hanno concesso i patrocini all’iniziativa), l’ANCI che riunisce i comuni italiani, l’Associazione Città dei Motori. Presente alla conferenza stampa l’Onorevole Maria Anna Cadonia, componente “Commissione speciale di indagine e di studio per il monitoraggio dell’attuazione delle leggi” e il Dr Girolamo Crivello, Capo servizio ufficio interventi protezione civile città metropolitana di Palermo, che hanno sostenuto concretamente e accolto con interesse la rievocazione storico turistica Giro Motociclistico di Sicilia e il suo progetto ecosolidale. L’on. Caronia ha tenuto a sottolineare come si può far attività associativa e sportiva anche in pandemia, perché manifestazioni di questo calibro, al pari delle attività sportive, a tutti i livelli, sono “veicolo di salute mentale e anche salute fisica, a tutt’ oggi messa a rischio” Ecco perché il titolo “Rimettiamoci in moto” del progetto eco-solidale ideato e promosso dal Comitato d’Onore del Giro Motocociclistico di Sicilia, <>. L’attività di screening volontario covid 19, tramite somministrazioni di tamponi è stata fattibile grazie al dialogo instaurato tra il Club C.A.M.E Francesco Sartarelli di Trapani, segreteria del Giro Motociclistico di Sicilia, e il Prof. Giuseppe Mangano, Presidente Libertas- Comitato Regionale Sportivo Sicilia, Ente riconosciuto dal Coni, grazie al quale si è riusciti a realizzare una partnership con l’Associazione Medico Sportiva di Palermo, e instaurare un dialogo con le istituzioni e con le autorità preposte. <> ha voluto ricordare il presidente, dottor Beppe Virzì, PresidenteAssociazione Medico Sportiva di Palermo, impegnata nel potenziamento della campagna vaccinale nazionale a beneficio della popolazione italiana, ai fini del contenimento e del contrasto dell’emergenza epidemiologica Covid-19. In questo contesto, il Giro Motociclistico di Sicilia si è contraddistinto per il lavoro congiunto dell’organizzazione nell’attenzione per l’eco-sostenibilità e solidarietà del nostro territorio. Antinino Auccello –presidente del VCC Panormus e membro del Comitato Organizzatore del Giro Motociclistico di Sicilia, insieme con Carmelo Dalli, presidente del club di Taormina ed il direttore di Manifestazione Salvatore Ingardia, ha ricordato come il Giro Motociclistico di Sicilia ha l’obiettivo di annoverare tutti i club siciliani come aderenti alla macchina organizzativa.

E’ stato quindi il dr Mario Auci, presidente dell’A.S.V.S., unico club di soli
motoveicoli storici in Sicilia, a ricordare la storia e la nascita della manifestazione. A
seguire la presentazione del programma da parte del tecnico di percorso, Mario Cuccia, e
della logistica da parte di Giovanna Meli, Organizzazione Tecnica.