Madonie. Via libera al decreto da 300 milioni per le strade delle aree interne

In arrivo 300 milioni per la viabilità secondaria nelle aree interne. L’intesa della Conferenza Stato-città ed autonomie locali ha dato il via libera al decreto del Ministro delle Infrastrutture e della Mobilità sostenibile per l’impiego di queste somme a vantaggio della viabilità secondaria che collega le aree interne ai centri maggiori.

Si tratta di un intervento che il Governo ha inserito nel Fondo complementare al PNRR al fine di migliorare la sicurezza e l’accessibilità alla rete stradale delle aree interne con lo scopo di ridurre le diseguaglianze e favorire lo sviluppo delle imprese artigianali e il turismo.

A darne notizia sono il Presidente dell’Unione Madonie Pietro Macaluso e l’assessore Giuseppe Minutilla che plaudono per questo intervento e annunciano che tra PNRR e Fondo complementare sono stati previsti complessivamente un miliardo e 125 milioni di investimenti per strade, servizi e infrastrutture sociali.

“Una strada, come noi ben sappiamo – affermano Macaluso e Minutilla – rappresenta spesso l’unico strumento per potersi avvalere di servizi fondamentali come la sanità, l’istruzione, i trasporti, ed altro ancora. Per queste ragioni, come Federazione Nazionale Aree Interne, abbiamo chiesto con forza che a queste risorse se ne aggiungano delle altre al fine di sostenere e favorire le imprese che vorranno investire in queste aree e non solo nell’ambito turistico ma anche nella tutela e la valorizzazione dell’enorme patrimonio ambientale, storico e culturale.”

L’Unione Madonie è continuamente impegnata nel tenere alta l’attenzione e la mobilitazione a tutti i livelli affinché si possa dare concreto avvio al recupero del divario delle dotazioni infrastrutturali che, negli ultimi decenni, si è sempre più ampliato contribuendo significativamente allo spopolamento del territorio. Nelle prossime settimane è previsto uno specifico incontro per concordare gli interventi da effettuare.