domenica, Aprile 21, 2024
HomeScuola & FormazioneScuola, studenti senza aule. La Rete degli Studenti Medi Marsala chiede un...

Scuola, studenti senza aule. La Rete degli Studenti Medi Marsala chiede un incontro con le istituzioni

Dopo quasi un mese dall’inizio del nuovo anno scolastico, che ha portato sui banchi migliaia di studenti
e studentesse marsalesi, il sistema scuola ha già mostrato tutte le sue inadeguatezze strutturali.

Sono anni che denunciamo un’edilizia inadeguata ad accogliere la comunità scolastica e dopo due anni
di DaD e didattica in presenza a intermittenza ci aspettavamo un rientro in aule sicure. Fitti passivi,
classi pollaio e poca sicurezza degli edifici caratterizzano le nostre scuole da quasi mezzo secolo e
nessuna soluzione è stata mai trovata, sperperando denaro pubblico.

Particolare è la situazione dell’I.I. “Abele Damiani” che a causa di una perizia metà ala dell’edificio è
stata considerata inagibile e obbliga 16 aule a fare lezione negli spogliatoi della palestra e nell’atrio
esterno alla scuola. “Siamo stanchi di fare lezione in queste condizioni, il L.C.C. ha deciso di tutelarci
mandandoci via da questa ala della scuola che non è antisismica, che adesso si preoccupi di garantire il
diritto allo studio a 800 studenti e studentesse collocando le 16 aule in strutture adeguate” – dichiara
Francesco Lombardo studente dell’I.I.S. “Abele Damiani”.

Dopo 5 mesi dalla prima perizia, nulla è stato fatto dalla provincia, “notiamo un certo immobilismo dal
vertice provinciale che danneggia la nostra istruzione. – afferma Monica Genco Coordinatrice della
Rete degli Studenti Medi Marsala – Proprio per questo motivo abbiamo inviato la richiesta per un
incontro con il Comune e il Libero Consorzio Comunale di Trapani. È necessario un intervento
tempestivo da parte delle istituzioni per garantire il diritto allo studio e il diritto all’insegnamento”.

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

- Advertisment -

ULTIME NEWS