Pantelleria: approvato dalla Giunta il PAESC

L’Assessore Parisi: “Il Piano di Azione per l’Energia Sostenibile ed il Clima ci consentirà di ridurre le emissioni del 44% entro il 2030. I cambiamenti climatici sono un allarme, lo abbiamo visto anche a Pantelleria. Ormai non c’è più tempo per le chiacchiere, bisogna passare all’azione.”

DOMANI TAVOLA ROTONDA SULLA TRANSIZIONE ENERGETICA IN AULA CONSILIARE E SUI SOCIAL

Nella seduta odierna della Giunta è stato approvato il PAESC (Piano d’azione per l’energia sostenibile ed il clima) del Comune di Pantelleria.

Si tratta di un piano che si pone, come obiettivo per il 2030, una riduzione di emissioni di 12.344,14 tonnellate pari ad oltre il 44% rispetto al 2011.

Il Piano è stato redatto a seguito dell’adesione del Comune di Pantelleria al nuovo Patto dei Sindaci per il Clima e l’Energia avvenuto nel gennaio del 2019 e che prosegue l’azione intrapresa dal Comune fin dal 2014 con l’adesione al primo Patto dei Sindaci.

Per la redazione del Piano è stato nominato, a seguito di un bando finanziato con fonti regionali, l’Ing. Pier Francesco Scandura, esperto in energie rinnovabili ed Energy Manager in diversi Comuni, tra cui il Comune di Palermo.

Il Piano, dopo aver determinato i consumi energetici dei vari settori, prevede 22 azioni da porre in atto per favorire l’abbattimento delle emissioni inquinanti e raggiungere gli obiettivi previsti entro il 2030.

Le 22 azioni interessano vari settori quali pubblico, residenziale, terziario, agricoltura, trasporti, ecc. e che prevedono periodi di attuazione brevi, medi, lunghi e continuativi.

Complessivamente tutto il Piano attua le previsioni dell’Agenda per la Transizione Energetica dell’Isola di Pantelleria che, invece, ha un orizzonte temporale al 2050, entro il quale dovrà raggiungersi la piena autosufficienza energetica con fonti rinnovabili.

L’Assessore Angelo Parisi ha così commentato l’approvazione del PAESC: “Sono soddisfatto del raggiungimento di questo traguardo. Si tratta di un importante documento che definisce in modo puntuale le azioni da intraprendere, consentendo di indirizzare l’azione amministrativa e di attingere ad eventuali linee di finanziamento per la loro realizzazione al fine di liberare l’isola e gli isolani dalla dipendenza dalle fonti energetiche fossili.

L’importanza di tale obiettivo è evidente sia in termini economici che in termini ambientali. Gli aumenti del costo dei prodotti energetici che si stanno osservando in questo periodo sono il segnale che non solo bisogna incrementare l’autoproduzione energetica, ma anche che bisogna indirizzarsi verso quelle fonti energetiche diffuse nei territori e che non spediscono la bolletta a casa.

Non bisogna poi dimenticare gli effetti dei cambiamenti climatici, in parte causati anche dall’azione dell’uomo, che stiamo subendo in questi ultimi anni e di cui l’Isola di Pantelleria è stata tristemente testimone lo scorso 10 settembre.

Ormai non c’è più tempo da perdere in chiacchiere.

Bisogna passare all’azione.”

Domani mattina, 7 ottobre, alle 10.00 in Aula Consiliare ci sarà la Tavola Rotonda dal titolo ‘PANTELLERIA MODELLO DI SOSTENIBILITÁ E TRANSIZIONE ENERGETICA’ che sarà possibile seguire sia in Aula Consiliare con Green Pass che in diretta sui social del Comune, sulle Pagine Facebook o su YouTube al link: https://youtu.be/1xehqqJ_avU