Banche, Messina (FI): “644 sportelli in meno in Sicilia. Dismissioni che creano disagi ai cittadini ”

“Lo avevamo anticipato qualche tempo fa dell’inesorabile e continua chiusura di filiali e sportelli bancari. Una emorragia che investe soprattutto i piccoli Comuni dell’isola. Una previsione focalizzata adesso ufficialmente dal rapporto sul credito in Sicilia, presentato qualche giorno fa dall’assessore all’Economia, Gaetano Armao”.

Lo scrive in una nota Giovanni Messina, responsabile regionale del Dipartimento Criticità bancarie di Forza Italia.“Il rapporto certifica una contrazione di ben 644 sportelli pari al 35,4 per cento, tendenza questa – si legge nel rapporto – che, pur in linea con quella del Sud, è sensibilmente maggiore rispetto al Centro-Nord e richiama un’analoga tendenza generale alla desertificazione del Mezzogiorno da oltre un decennio. A farne le spese maggiori – scrive Messina – sono i piccoli Comuni molti dei quali sono già senza sportelli bancari nonostante le attività degli istituti di credito siano considerati ‘servizi pubblici essenziali’ per lo sviluppo del territorio. Sarebbe opportuno – conclude Messina – che ci fosse una interlocuzione tra la Regione e l’Abi per fare in modo che possa arrestarsi il processo di dismissione di filiali e sportelli con relativa perdita di posti di lavoro, che creano disagi ai cittadini, e soprattutto agli anziani, che spesso non hanno la possibilità di spostarsi nei paesi vicini”.