Slalom città di Misilmeri, aperte le iscrizioni

Con la certezza di essere una tra le competizioni automobilistiche più longeve non solo in Sicilia, lo Slalom Città di Misilmeri si appresta a riaccendere i motori, dopo un anno di assenza dal panorama isolano della specialità, causa le note difficoltà derivate dalla pandemia da Covid-19. L’evento coinciderà con il weekend compreso tra sabato 6 e domenica 7 novembre, nel consueto clima di entusiasmo e passione che da sempre avvolge la cittadina a vocazione agricola a 20 km da Palermo (nota altresì su un piano strettamente storico-culturale per le ‘vestigia’ del Castello dell’Emiro, già oggetto di restauro alcuni anni addietro e pertanto riportato a parziale splendore).

Le iscrizioni al 26° Slalom Città di Misilmeri sono già aperte (con documenti da compilare rigorosamente online) e potranno pervenire sui tavoli degli organizzatori sino alla mezzanotte di lunedì 1° novembre, con successiva approvazione da parte di AciSport.

La competizione automobilistica, approdata alla 26a edizione e promossa sul territorio dalla Misilmeri Racing cara al presidente Giuseppe Bonanno, in stretta sinergia con il Team Palikè Palermo (coordinato da ormai oltre 40 anni sul campo da Anna Maria Lanzarone, Nicola, Dario, Roberto e Alice Cirrito, a cui si affiancano Michela Merlino e Matteo Cuccia), sarà valevole per la Coppa AciSport Slalom 5a zona (10a ed ultima prova per il 2021), per il Campionato Siciliano Slalom a coefficiente 1,2 (al 21° appuntamento stagionale) e per il 22° Challenge Palikè (alla sua quarta tappa, per quest’anno).

A prestare la loro opera dal punto di vista logistico saranno inoltre numerosi piloti ed appassionati di motori del luogo. Il patrocinio allo slalom è assicurato dal Comune di Misilmeri, coordinato dal sindaco Rosario Rizzolo. Alla kermesse motoristica è abbinato il Memorial “Luca Cerniglia”, in ricordo del ventitreenne pilota locale, tra i maggiori promotori dello sport dell’automobile in paese, scomparso tragicamente cinque anni fa, a causa di un incidente stradale “non agonistico”, ironia della sorte, accaduto proprio lungo il percorso di gara. Nel corso del weekend dedicato allo Slalom Città di Misilmeri sarà inoltre ricordata la figura di Franco Colosi, apprezzato pilota, direttore di gara e presidente dell’Automobil Club Reggio Calabria e della scuderia reggina Aspromonte, anche lui scomparso di recente. Tutte le gare dello Challenge Palikè 2021 sono dedicate a Colosi, per espressa volontà della famiglia Cirrito.

Il 26° Slalom Città di Misilmeri si svolgerà come prassi attuale nel pieno rispetto delle disposizioni governative e del protocollo sanitario emanato da AciSport in materia di contrasto alla diffusione del contagio da “Covid-19”. La kermesse automobilistica sarà articolata lungo un segmento di gara della lunghezza di poco meno di 3 km ricavato lungo la strada provinciale 38 “Misilmeri-Belmonte Mezzagno” per Piano Stoppa, tracciato che ha mantenuto pressoché inalterate le proprie prerogative tecniche, rispetto alle precedenti edizioni. Lo “start” è individuato in prossimità di Misilmeri, all’altezza del tratto conclusivo della via Roma (arteria principale che attraversa quasi tutto il paese), in corrispondenza con l’intersezione per la via Palermo, quindi della chiesa don Carlo Lauri e delle prime propaggini di contrada della Chiesa. L’arrivo è invece collocato 2,990 km più avanti, nei pressi della vicina contrada Piano Stoppa, non prima che le vetture in corsa abbiano attraversato le vie P1 e Crispino Vicari (che copre quasi l’intero percorso), sfiorando lo stadio comunale “Giovanni Aloisio”, per poi arrestare la propria marcia in un “parking” in contrada Piano Stoppa (a circa 350 metri dall’arrivo, nei pressi di piazzale Giusto Bonanno), area deputata dagli organizzatori ad ospitare il parco chiuso, alla conclusione delle ostilità sportive.

Novità assoluta 2021 per quanto concerne le operazioni preliminari dello slalom, con Centro accrediti sportivi e tecnici allestito sabato 6 novembre per la prima volta nei locali del Municipio di Misilmeri, in piazza Comitato 26, “cuore” pulsante della cittadina del Palermitano, dalle 15.00 alle 19.00. I motori delle vetture ammesse successivamente alla gara si accenderanno nel loro confronto con il cronometro domenica 7 novembre, con la prima tra le tre manche competitive prevista alle 9.00 (non viene contemplata la salita di ricognizione del tracciato). Saranno quattordici le postazioni di rallentamento per i concorrenti con i classici birilli, dislocate lungo il tracciato. Il transito veicolare nella zona sarà chiuso dalla direzione di gara (coordinata dal calabrese, di Castrovillari, Massimo Minasi) a partire dalle 7.30 di domenica 7 novembre. La premiazione, ad apertura di parco chiuso, sarà da quest’anno ospite nei locali dell’impianto sportivo “Seven Stars”, sempre in località Piano Stoppa.

Ad imporsi nell’ultima edizione del 2019 fu il mazarese Girolamo Ingardia (allora su Gloria B5 Yamaha), attuale capofila del Campionato Siciliano Slalom e autentico mattatore della stagione sin qui in corso con otto vittorie. Piazza d’onore per l’altro trapanese (residente ad Erice) Michele Poma, su Radical SR4 Suzuki, sul podio anche l’altro mazarese Giuseppe Giametta, con la Predator’s PC008 Suzuki.

Per quanto riguarda infine lo Challenge Palikè 2021, a comandare la classifica provvisoria dopo le tre prove già disputate (Slalom di Scillato, Sant’Angelo Muxaro ed Alessandria della Rocca) è il trapanese Emanuele Campo, al volante della spettacolare Fiat 126 Suzuki della Drepanum Corse, con 36 punti. A pari merito, ma al secondo posto per la discriminante, è il giovane palermitano Under 23 Lorenzo Sampino, su Peugeot 106 Rallye in gara con i colori della Armanno Corse, sempre a 36 punti.

Sul podio provvisorio troviamo inoltre il funambolico agrigentino (originario di Sciacca) Gabriele Giaimo, su Fiat Cinquecento Sporting Puntese Corse (32 punti), il quale precede i palermitani Rosario Rattenuti (31 punti, Peugeot 106 Gti 16v, Misilmeri Racing) e Francesco Morici (30, Fiat Cinquecento Sporting, Misilmeri Racing), quindi l’agrigentino (di Cammarata) Fabio La Greca (30, Fiat Seicento Sporting, Alex Group), il nisseno Maurizio Russo (30, Fiat 500 Giannini, Motor Team Nisseno) e l’altro palermitano Rosario Campobello (30 punti, su Fiat 126 della Misilmeri Racing).