Green pass, Figuccia: “Sinistra radical chic in silenzio su Trieste”

“In un momento storico come questo, sento di dover dare solidarietà agli operai portuali di Trieste e a tutti i triestini.

Mi chiedo dove sia finita la sinistra che si schierava al fianco degli operai. Dal porto di Trieste solo silenzio da una ridicola sinistra schiacciata nelle battaglie radical-chic che abbandona la gente al suo destino. Una sinistra ormai talmente strabica e scriteriata che addita come ‘narcisisti’ persino i suoi intellettuali come Cacciari e Freccero rei di schierarsi contro il green pass.
Lo stesso Cacciari che già un anno fa bacchettava una sinistra che a furia di spostarsi verso il centro, è rimasta prigioniera del centro storico, la vide già rintanata nel rifugio dei benestanti, dimentica delle periferie, e degli italiani in difficoltà.
Noi oggi siamo tutti con gli uomini e le donne di Trieste”.
A dirlo in una nota è Vincenzo Figuccia deputato della Lega all’Ars e coordinatore provinciale del partito a Palermo.