A Catania, Kings Of Convenience live: capienza 100% e nuove disponibilità di biglietti

Conto alla rovescia per l’atteso concerto dei Kings of Convenience a Catania: martedì 26 ottobre 2021 al Teatro Metropolitan, ore 21.00

Sarà l’unico concerto in Sicilia del duo norvegese formato da Erlend Øye e Eirik Glambæk Bøe nonché uno dei tre imperdibili live in Italia, organizzati da DNA concerti che li vedrà anche a Bologna e Milano: il concerto di Catania è realizzato incollaborazione con Puntoeacapo. Biglietti disponibili su https://puntoeacapo.uno/eventi/king-of-convenience/ e nei circuiti abituali.

I live saranno l’occasione per ascoltare dal vivo Peace or Love, il nuovo album dei Kings of Convenience uscito il 18 giugno per Polydor Records. Anticipato dai singoli Rocky Trail Fever, il disco ha segnato il grande ritorno del duo dopo 12 anni di assenza dalla scena musicale.

“Peace or Love” rappresenta il sounddi due vecchi amici che esplorano l’ultima fase della loro vita insieme e trovano nuovi modi per catturare quella magia inafferrabile. Registrato in 5 anni in 5 città diverse, l’album è fresco come l’arrivo della primavera: 11 canzoni sulla vita e sull’amore con la tipica bellezza seducente, la purezza e la chiarezza emotiva che ci si aspetta dai Kings of Convenience.

Eirik Glambeck BoE e Erlend Oye si sono conosciuti a scuola a Bergen, in Norvegia, ed hanno suonato nella stessa band, gli Skog, prima di sciogliersi e formare il duo nel 1999.

Padri del new acoustic movement, pionieri di una nuova ondata di musica intima ed acustica, fautori di un soft pop d’atmosfera per lenire l’anima (Billboard), definiti all’esordio dal Guardian come una confluenza deliziosamente malinconica di Simon and Garfunkel, Nick Drake, Astrud Gilberto e i Pet Shop Boys, i Kings Of Convenience hanno conquistato e incantato il mondo intero con i loro 3 album e raggiunto le vette delle classifiche con indimenticabili canzoni sofisticate e delicate come “Misread”, “I’d Rather Dance with You” e “Mrs. Cold”.

Il 50% dei posti era stato messo in vendita mesi fa e andato esaurito in un momento difficile e incerto per il mondo dello spettacolo dal vivo grazie alla forte volontà della band e degli organizzatori di lanciare un segnale positivo e di ripartenza, mettendo in secondo piano l’aspetto economico.