“Siamo ancora (più) vivi (che mai)” riparte SCENA NOSTRA il focus sulla scena contemporanea allo Spazio Franco

Dopo oltre 18 mesi di fermo obbligato a causa della chiusura dei teatri e delle relative restrizioni che hanno impedito una sostenibilità di quei progetti culturali che non godono di finanziamenti pubblici, dopo il successo dell’ultima edizione del Mercurio Festival che ha registrato oltre 3000 presenze, Spazio Franco riparte con la sua SCENA NOSTRA , il focus sulla scena contemporanea ai Cantieri Culturali alla Zisa di Palermo e un programma sino a dicembre.

Si riparte con un titolo inequivocabile, “Siamo ancora (più) vivi (che mai)” che vuole marcare la difficoltà per gli operatori dello spettacolo nel sopravvivere in questo lungo periodo di stop, senza però ergersi ad eroi né crogiolarsi con autoreferenziali atti di resilienza ma semplicemente fare di necessità virtù per poter raccogliere i frutti di un lavoro artistico e artigianale che non si è mai fermato. 

Si inizia il prossimo venerdì 22 ottobre con il primo degli appuntamenti di SCENA PRIDE un approfondimento dedicato e nato in co-produzione con il Palermo Pride che vedrà 3 spettacoli inediti in Anteprima Nazionale debuttare dal 22 al 31 ottobre. 

Giuseppe Sangiorgi (Sweet Transvestites) Dario Muratore, Massimo Vinti (DueMillimetri) e Massimo Verdastro (Il Nuovo Soggetto) saranno i protagonisti di 3 creazioni originali che declinano temi e storie 

A Novembre 3 importanti appuntamenti con il Premio Ubu Licia Lanera e 2 degli autori più innovativi della scena palermitana (Margherita Ortolani e Giuseppe Massa). 

A dicembre un focus dedicato alla Compagnia Babel per i 10 anni dalla sua fondazione.