Morta oggi Giuseppina Rizzotto, sorella del sindacalista Placido Rizzotto, assassinato dalla mafia il 10 marzo 1948,il cordoglio della Cgil Palermo

 È morta oggi a Corleone Giuseppina Rizzotto, 91 anni, la sorella più piccola e l’unica ancora vivente di Placido Rizzotto, il segretario della Camera del lavoro di Corleone, che la mafia del feudo uccise nel 1948.


    Nel  maggio 2012, dopo il ritrovamento del corpo di Placido Rizzotto, il giorno dei funerali di Stato a 64 anni dalla morte del sindacalista, Giuseppina Rizzotto ricevette una medaglia d’oro al valore civile dalle mani del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Era legatissima al fratello. Ripeteva sempre: “Mi voleva bene che non vi posso dire. Per me non era un fratello, era un padre, era una persona meravigliosa. Ho la sua fotografia nella stanza da pranzo e sembra che ci parlo… non le posso dimenticare le cose sue”.
   “La Cgil Palermo – dicono il segretario generale Mario Ridulfo e il responsabile del dipartimento legalità e memoria storica Dino Paternostro – esprime il suo profondo cordoglio per la scomparsa di una donna che per tutta la vita è stata testimone delle idee e delle battaglie di Placido, e stringe in un abbraccio affettuoso i figli Mario, Daniela ed Ernesto, e gli altri familiari”.