Campobello: Il messaggio del sindaco a conclusione della Festa dell’accoglienza

«I nostri bambini sono la parte più bella di Campobello, il futuro della nostra città. È su di loro che riponiamo tutte le nostre speranze per una crescita sana, civile e libera della comunità campobellese e ringrazio tutta la scuola, il dirigente scolastico Giulia Flavio, la vicepreside Antonella Moceri, il personale scolastico e tutti gli insegnanti per l’importante funzione sociale quotidianamente svolta, che fa dell’Istituto comprensivo Pirandello – S. Giovanni Bosco un vero e proprio laboratorio di vita improntato in primis alla promozione di valori fondamentali come l’amicizia, la fratellanza e il rispetto. Mi complimento con tutti gli insegnanti che si sono dedicati all’organizzazione di questa bellissima manifestazione che per tutta la settimana ha visto il coinvolgimento di centinaia di studenti».

È questo il messaggio del sindaco Giuseppe Castiglione a conclusione della manifestazione “Festa dell’accoglienza” promossa dall’Istituto comprensivo “Pirandello – S. Giovanni Bosco”, che nel corso della settimana scorsa ha visto protagonisti gli alunni della scuola dell’infanzia, della primaria e della secondaria di primo grado dei plessi “S. Giovanni Bosco”, “Livatino”, “De Amicis” e “Pirandello”.

Gli alunni, in diverse giornate, sono stati coinvolti in una serie di attività artistiche, sportive e musicali, dando vita a significativi momenti di aggregazione incentrati sui temi dell’accoglienza, del dialogo interculturale, dell’amicizia, del rispetto dell’ambiente e dello sviluppo sostenibile.

La manifestazione è stata coordinata dai responsabili dei plessi e ha visto il coinvolgimento di oltre 960 alunni dai 3 ai 13 anni.