“Gli insediamenti rurali nel Comprensorio del Simeto: tra memoria storica e prospettive future” all’istituto “Francesco Redi” di Paternó, Belpasso e Biancavilla

 “Gli insediamenti rurali nel Comprensorio del Simeto: tra memoria storica e prospettive future”. Comincia da qui il workshop che si è tenuto presso l’I.I.S.S. “Francesco Redi” di Paternó, Belpasso e Biancavilla. L’ennesima tappa di un percorso che la scuola cominciò alcuni anni fa, con la prima edizione della “Settimana della Cultura”, dedicata al tema “I borghi della Riforma Agraria”. Argomenti che, ieri come oggi, presentano tanti motivi di profondo interesse da un punto di vista storico, architettonico, economico, sociale, di laboratorio di pianificazione urbana.

“Parliamo di un workshop importantissimo- sottolinea la dirigente Scolastica dell’IIS.S. “F. Redi”, la dott.ssa Giuseppa Morsellino – per tutti i nostri studenti e non solo. La scuola deve collaborare con le forze politiche, sociali, imprenditoriali e istituzionali del territorio per formare gli studenti e prepararli alle sfide del domani. In un momento come questo è necessario che anche il mondo della didattica si debba fare delle domande e dare delle risposte. Serve, quindi, attivare contesti e ambiti da visualizzare in modo trasversale e permanente per formare i nostri ragazzi”.

Un incontro che si inserisce nell’ambito del PSR (Progetto Scolastico Regionale) “Agricoltura sociale e Promozione delle comunità locali sostenibili in Sicilia”, promosso dalla rete delle Fattorie Sociali, il cui presidente è Salvatore Cacciola e dalla Cooperativa “Energ-Etica Catania”, presieduta dalla dott.ssa Claudia Cardillo. Ad alternarsi al tavolo dell’incontro, il Vicepreside dell’I.I.S.S. “Francesco Redi”, prof. Giovanni Sapienza, l’assessore alla Cultura del Comune di Paternò, avv. Rosanna Natoli, il presidente della Rete Fattorie Sociali Sicilia- BioAS, Salvatore Cacciola, il docente di Architettura Tecnica presso la Facoltà di Ingegneria dell’Università degli Studi di Catania, prof. Vincenzo Sapienza, il docente presso il Dipartimento di Ingegneria Civile e Architettura presso l’Università degli Studi di Catania, Rosaria Ester Musumeci, il presidente della cooperativa sociale “Energ-Etica” Claudia Cardillo, l’ agricoltore-ambientalista Emanuele Feltri e il docente di Lettere presso il liceo “Regina Elena” di Acireale, nonché regista e documentarista, prof. Sebastiano Pennisi. Nel corso della giornata sono stati proiettati il video “La Via del Grano” e il documentario “Fra Arcadia e Utopia: i Borghi della Riforma Agraria”. A moderare il workshop, il docente di Lettere presso l’I.P.A.A.  “Santo Asero” di Paternò, prof. Rocco Giudice.

“Coniugare l’esigenza di riruralizzazione del territorio con l’esigenza di trasformare e modernizzare un settore strategico come l’agricoltura non è semplice- afferma  il vicepreside dell’I.I.S.S. “Francesco Redi”, prof. Giovanni Sapienza– bisogna puntare al recupero,alla valorizzazione territoriale e alla promozione di un turismo sociale che può rappresentare un’enorme opportunità per i nostri studenti. Quello di oggi è un “focus” su quali possono essere le varie possibilità di sviluppo e di adattamento delle aziende agrarie della Valle del Simeto nell’ottica dell’agricoltura sociale, multifunzionale e di quello che può essere l’utilizzo del territorio ai fini non solo produttivi ma anche erogativi di servizi”.