Porto di Marsala, PD e 100 Passi incontrano operatori portuali

Nella sede del PD di Marsala si sono incontrati i rappresentanti del  movimento Cento Passi per la Sicilia  e del Partito Democratico per affrontare le problematiche legate al porto di Marsala, opera fondamentale per lo sviluppo della città da decenni in stato di abbandono che si trova oggi in una condizione di assoluta precarietà.

 Si è  convenuto che,  risulta necessaria la convocazione del consiglio comunale aperto sul porto, così come richiesto formalmente da entrambi i partiti, in cui chiarire, finalmente, quali sono le opportunità per avere presto un porto funzionale e sicuro. Durante l’incontro si è  deciso di avviare una serie di interlocuzioni con tecnici,  operatori portuali e della marineria per acquisire ulteriori informazioni, ed elaborare una proposta utile alla risoluzione degli annosi problemi che impediscono la fruizione di una delle infrastrutture più importante per la nostra città. 

Dobbiamo constatare che sia l’Amministrazione Comunale che i rappresentanti al Parlamento e al Governo Regionale, tutti appartenenti al centro destra, non si sono occupati di inserire il porto di Marsala  tra quelli previsti dal Programma di interventi infrastrutturali in ambito portuale sinergici e complementari al PNRR (D.M. Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità sostenibile del 13 agosto 2021). Riteniamo questa una notizia molto grave che penalizza per l’ennesima volta la  comunità marsalese e relega la  città tra le più danneggiate della Sicilia .

A partire da tale tema le due forze politiche intendono estendere il confronto a tutta l’area progressista poichè unità e convergenza sono le uniche vie per una coalizione concreta e competitiva.