TEATRO: al Libero “Ghiaccio”

In scena per la 54esima stagione del Teatro Libero di Palermo, Ghiaccio. Lo spettacolo, con il testo e la regia di Massimiliano Cividati, che ne è anche interprete insieme a Gennaro Scarpato alle percussioni e Andrea Zani al pianoforte, è una coproduzione Aia Taumastica / Teatro della Tosse / Museo Nazionale dell’Antartide Felice Ippolito e andrà in scena dal 28 al 30 ottobre alle 21.15.

La conquista del Polo Sud. Un viaggio in un seminferno bianco circondato da un gigantesco interminabile puzzle di ghiaccio e abitato da una natura impossibile e dai demoni della depressione.

Scott, Amudsen e Shackleton sono stati gli ultimi pionieri di una sfida alla natura prima dell’era tecnologica, quando ancora il coraggio e la resistenza erano le uniche variabili su cui si poteva giocare la sopravvivenza ancora prima della vittoria. Perché eclissarsi nel luogo più impervio del pianeta o nelle macerie di quest’avventura? Come i viaggi, ipotetici o scientifici, sulla luna, la conquista del Polo è una sfida alla forza di gravità, l’inseguimento di un’utopia di leggerezza, la fuga dal peso del vivere: una lotta all’entropia.

E così attraverso le gesta di questi antieroi in un programmatico oscillare tra comicità e coté cupi, partiremo da situazioni verosimili per sviluppare conseguenze improbabili, o da ambienti paradossali per descriverli come concreti… e come Shackleton e i suoi, fallire l’apparente obbiettivo principale per produrre effetti collaterali tanto più preziosi quanto imprevisti.

Biglietti interi 16 euro, 12 euro ridotti per i sostenitori del Libero (coloro che hanno rinunciato ai rimborsi / voucher), i giovani sotto i 25 anni d’età e gli operatori teatrali. 

Carnet da 5 a 12 spettacoli a partire da 40 euro.