Rifiuti Campobello: “tolleranza zero contro gli incivili. Non saranno più ritirati i sacchi neri”

«I sacchi neri utilizzati per il conferimento dei rifiuti indifferenziati non saranno più ritirati e resteranno davanti le case dei cittadini!».

Lo ribadisce il sindaco Giuseppe Castiglione, rivolgendo un ennesimo appello ai cittadini di Campobello, dopo che un nuovo carico di spazzatura proveniente dal nostro Comune è stato respinto dalla discarica di Trapani a causa della grande quantità di rifiuti non correttamente differenziati.

A seguito di diverse ispezioni effettuate sui RSU provenienti dal territorio comunale, infatti, è emerso che, purtroppo, all’interno di gran parte dei sacchetti di “Indifferenziati” vengono conferiti, indiscriminatamente, anche frazioni di rifiuti riciclabili, che non possono essere depositati in discarica, incidendo tra l’altro negativamente sia sulle percentuali di differenziata sia sui complessivi costi di gestione del servizio a discapito di tutta la cittadinanza.

La problematica è aggravata, tra l’altro, dal fatto che, nonostante sia stato espressamente vietato (con ordinanza sindacale del 1° marzo 2019) nell’ultimo periodo si sta registrando un irregolare utilizzo dell’utilizzo dei sacchetti neri al cui interno spesso vengono spesso inseriti anche rifiuti riciclabili.

Nell’invitare, per l’ennesima volta, i cittadini alla massima collaborazione, il Sindaco ribadisce infatti che all’interno del sacchetto per l’indifferenziato vanno conferiti solamente i rifiuti che non si possono differenziare: penne, pannolini, assorbenti, gomme da masticare, cicche di sigarette, giocattoli rotti, cd, palloni, carta oleata, carta da formaggio e salumi, cassette audio e video, posate e attrezzature da cucina in plastica, piatti e tazze in ceramica, rasoi, lamette usa e getta, lettiere, siringhe, spazzole e spazzolini, tubetto del dentifricio (fermo restando che i cittadini con esigenze particolari ed eccezionali che utilizzano pannolini, pannoloni, assorbenti e presidi medici possono conferirli, separatamente e all’interno di sacchi trasparenti, nelle stesse giornate di deposito dell’organico).

«In discarica hanno deciso di non essere più tolleranti  – afferma il sindaco Castiglione –  e, di conseguenza, noi non possiamo continuare a tollerare atti di inciviltà che vanificano gli sforzi compiuti dall’Amministrazione comunale e dai cittadini virtuosi per mantenere il territorio pulito e decoroso. Il servizio “porta a porta” funziona, tant’è che abbiamo finalmente raggiunto il 70 percento di raccolta differenziata, ma funzionerebbe sicuramente meglio se ognuno facesse il proprio dovere, rispettando le regole. Saremo costretti a intensificare i controlli, sia di presenza sia mediante l’ausilio di alcune telecamere mobili di video sorveglianza, elevando pesanti sanzioni nei confronti degli incivili perché intendiamo, con tutti i mezzi a nostra disposizione, tutelare il decoro urbano e tutti i cittadini che eseguono correttamente la raccolta differenziata, senza alcuna tolleranza verso chi invece continua a sporcare Campobello».